Home » Società » Attualità » Violenza sulle donne, il rapporto Ue denuncia: una su tre è vittima di violenza

Violenza sulle donne, il rapporto Ue denuncia: una su tre è vittima di violenza

Bruxelles ha diffuso i dati sull'indagine più grande mai fatta sul tema della violenza sulle donne. Sono state 42mila le intervistate, l'Italia risulta sotto la media per percentuale di abusi

Violenza sulle donne, il rapporto Ue denuncia: una su tre è vittima di violenza

L'Agenzia Ue per i diritti fondamentali ha condotto la più grande indagine sulla violenza di genere mai svolta a livello mondiale, intervistando 42mila donne dei 28 stati dell'Unione. Quello che emerge dal rapporto è una fotografia di un'Europa poco ospitale per le donne.
Secondo quanto riferito da Bruxelles, una donna su tre ha subito almeno una violenza nella vita, di tipo psicologico o fisico. Ma il dato più allarmante è quello sulle denunce: sette su dieci (il 67%) non hanno fatto parola dell'abuso né con l'autorità, né con gli appositi centri d'ascolto.

Dove avviene la violenza
Due intervistate su dieci hanno confessato di aver subito violenza fisica o sessuale da parte del partner, mentre quasi la metà ha subito abusi psicologici da parte di un partner o di un ex. Il 18%, invece, ha risposto di essere stata perseguitata almeno una volta da uno stalker.

Più il paese è egualitario, più è alto il tasso di violenza
Quello che stupisce, nei dati raccolti nel report, è che i più alti tassi di violenza si sono registrati nei paesi in cui la condizione della donna è migliore. In Polonia, solo il 19% delle donne ha ammesso di aver subito abusi, in Danimarca, invece, un paese del Nord ampiamente egualitario, il tasso sale al 52%.
Il paradosso si potrebbe spiegare con la scarsa tendenza a confessare le violenze da parte di alcuni paesi in cui, in realtà, il sessismo è diffuso.



L'Italia è sotto la media
Strilloni, titoli e talk show sul cosiddetto “femminicidio” hanno diffuso la sensazione, tra gli italiani, che la Penisola sia una delle società più difficili per la donna. In realtà, confrontato con i dati degli altri paesi europei, l'Italia è tra le virtuose, se così si può dire. In Italia il tasso di violenza si ferma al 27%, mentre in Svezia, Finlandia e Danimarca si registrano rispettivamente il 46%, 47% e 52%. “Solo” il 19% delle italiane dichiara di aver subito violenze da parte del partner o dell'ex; quelle che hanno ammesso abusi psicologici si fermano al 38%, contro il 43% della media Ue. Per le molestie, si registra un 51% (la media Ue è del 55%, in Svezia si tocca l'81%).

E se fosse solo una minore sensibilità alla violenza? Potrebbe essere, suggeriscono gli esperti, che le italiane, ormai avvezze ad atteggiamenti aggressivi o sessisti, percepiscano come abuso soltanto le violenze più eclatanti.

Di Caterina Michelotti © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami