Home » Società » Attualità » "Vamos falar turistês", una guida per accogliere al meglio i tifosi giunti in Brasile

"Vamos falar turistês", una guida per accogliere al meglio i tifosi giunti in Brasile

Far sentire a casa propria i tifosi provenienti da ogni angolo del mondo? È quello che si sono imposte le autorità brasiliane, creando "Vamos falar turistês", la guida che insegna come far sentire a proprio agio i turisti stranieri

"Vamos falar turistês", una guida per accogliere al meglio i tifosi giunti in Brasile

Domani si darà ufficialmente il via ai Mondiali di calcio 2014, che dureranno fino al 13 luglio quando a Rio de Janeiro verrà disputata la finalissima che decreterà la squadra vincitrice del più ambito tra i trofei del mondo del calcio.
Tutto il paese è ormai in fibrillazione e si prepara a ricevere al meglio i numerosi turisti che giungeranno da ogni angolo del mondo per tifare la propria Nazionale di calcio. Proprio per agevolare albergatori, tassisti e coloro che gestiscono i servizi ad accogliere nel miglior modo possibile i tifosi stranieri, le autorità locali hanno realizzato “Vamos falar turistês!”, una guida per brasiliani molto particolare!

Di cosa si tratta?
È una guida, ma non per turisti; non serve per orientarsi nella città, ma per accogliere al meglio i tifosi...disorientati. Stiamo parlando diVamos falar turistês!”, la migliore alleata di albergatori e tassisti per questi Mondiali 2014. Partendo dal presupposto che quando un turista viene accolto nel migliore dei modi in un altro Stato, è incentivato a tornarvi, la guida è stata realizzata dalle autorità locali per convincere i tifosi provenienti da ogni angolo del mondo a visitare nuovamente in futuro il Brasile.
Prontuario di sole 22 pagine, “Vamos falar turistês!” contiene consigli per approcciarsi nel miglior modo possibile con l'ospite a seconda della sua provenienza; con diverse sezioni organizzate per Nazione, vengono così dispensati consigli su cosa evitare e su quali atteggiamenti invece sono ben graditi.

I consigli
Interessante è dare un'occhiata a come viene suggerito di comportarsi a seconda che ci si trovi davanti a un turista italiano, americano o svizzero.
Ad esempio, per quanto riguarda la sezione Italia, nella guida viene sconsigliato di parlare con i turisti italiani della crisi economica in Europa e della religione. Al contrario molto apprezzato è che per la colazione ci siano cappuccini, cornetti, dolci e, sopratutto, la Nutella.
Per quanto riguarda gli americani, amano cenare in tarda serata e in maniera leggera, sono sempre alla ricerca di posti nuovi per fare shopping ma assolutamente da evitare sono i discorsi di politica, terrorismo e guerra. I portoghesi amano le birre ghiacciate, ma odiano barzellette che li abbiano come protagonisti; gli inglesi non sopportano il ritardo così come gli svizzeri, che stanno inoltre molto attenti a non essere truffati.

Insomma, ce n'è una per ogni tipologia di turista, o quasi. La guida completa si può trovare online (a questo link) ed è anche disponibile sotto la veste di applicazione per i dispositivi Android.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami