Home » Società » Attualità » Vaccini obbligatori: quali servono per iscriversi a scuola?

Vaccini obbligatori: quali servono per iscriversi a scuola?

Negli ultimi mesi non si parla d'altro e ora che le scuole stanno per riaprire molti genitori sono nel caos perché non hanno ancora ben capito se per iscrivere i figli sono necessarie le vaccinazioni e se sì, quali

Vaccini obbligatori: quali servono per iscriversi a scuola?

Il ministero della salute e quello dell'istruzione hanno ritenuto di dover rendere obbligatori alcuni vaccini, e l'hanno resi condizione necessaria per l'iscrizione scolastica.
Quando suonerà la campanella, milioni di studenti (dagli asili nido fino al biennio delle superiori) dovranno presentare il certificato che attesta l'avvenuta vaccinazione o il documento dell'Asl che dimostra la prenotazione dell'appuntamento presso le aziende sanitarie locali.
Dopo molte diatribe e discussioni che hanno visto numerosi genitori opporsi alla proposta di rendere obbligatorio tale decreto, il ministro Lorenzin ha emesso l'emendamento per il quale i vaccini obbligatori devono essere 10.

Le vaccinazioni necessarie per andare a scuola
Sebbene qualcuno possa ritenere che le scelte riguardanti la salute dei figi spettino solo ai genitori, il decreto legge AS2856 ha introdotto in Italia “l'obbligo vaccinale come requisito per l'ammissione all'asilo nido e alle scuole per l'infanzia e per i ragazzi fino ai 16 anni, con multe da 500 ai 700 euro in caso di inadempimento e segnalazione al tribunale dei minori”.
Da oggi le vaccinazioni obbligatorie ( con gli eventuali richiami) saranno 10 e non più 4 come qualche mese fa: poliomelite, tetano, difterite, epatite B, Haemophilus influenzae B, pertosse, che vanno eseguite entro il terzo mese di vita del piccolo e a seguire morbillo, parotite, rosolia e varicella.



Chi può essere esonerato?
Nel decreto viene specificato che i bambini immunizzati per effetto della malattia naturale (per esempio quelli che hanno già avuto il morbillo, la rosolia etc) o i piccoli che hanno una particolare condizione clinica attestata dai medici, potranno evitare le vaccinazioni. Nel caso abbiano già contratto la malattia infettiva, questa andrà dimostrata con certificato medico ed eventuali esami del sangue.
Tutti gli altri dovranno sottoporsi ai vaccini obbligatori entro il 10 settembre se si frequentano asili nido e scuole per l'infanzia, mentre entro il 31 ottobre per tutte le altre scuole.
I bambini non vaccinati che hanno patologie gravi verranno inseriti in classi dove tutti gli altri hanno effettuato la copertura contro le malattie infettive in questione così da poter essere maggiormente tutelati.

Quando e dove farle?
I vaccini obbligatori sono gratuiti e vengono effettuati seguendo le indicazioni dei calendari vaccinali relativi alle date di nascita; alcuni possono essere somministrati insieme con vaccinazioni esavalenti o quadrivalenti presso le proprie Asl di riferimento.
Al momento dell'iscrizione scolastica i dirigenti dovranno richiedere la documentazione dei vaccini, la prenotazione dell'appuntamento in caso si debbano ancora somministrare le dosi, o l'eventuale esonero; in caso di mancata certificazione la scuola dovrà avvisare l'Asl entro 10 giorni e la famiglia dovrà adempiere all'obbligo.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami