Home » Società » Attualità » Unioni civili: la Camera vota «Sì» - Parte 1 di 2

Unioni civili: la Camera vota «Sì»

Via libera definitivo della Camera alla legge sulle unioni civili. Una svolta storica, ma non mancano le polemiche

Unioni civili: la Camera vota «Sì»

Già approvato dal Senato lo scorso 25 febbraio, non senza polemiche soprattutto da parte di M5S e Forza Italia, ieri la Camera ha dato il via libera definitivo al disegno di legge Cirinnà sulle Unioni civili, con 372 voti favorevoli e 51 contrari. Il percorso della legge è stato molto complicato e, con essa, l'Italia diventa il ventisettesimo Paese europeo a riconoscere le unioni tra le coppie dello stesso sesso. Ma non solo. Perché un ampio capitolo, altrettanto importante, viene dedicato anche alle “convivenze”. Ecco, in sintesi, le principali novità previste.

Costituzione e obblighi
L'unione civile tra due persone dello stesso sesso, il cui atto viene registrato nell'apposito archivio, si costituisce davanti all'ufficiale di stato civile, alla presenza di due testimoni. Dall'unione deriva l'obbligo della reciproca “assistenza” (morale e materiale) e alla coabitazione, ma non alla fedeltà. Per la durata dell'unione le parti possono stabilire di assumere un cognome comune e di pattuire la comunione dei beni. In caso di scioglimento dell'unione vi è un affiancamento alla legge sui divorzi, “compatibilmente” alla situazione ma senza obbligo del periodo di “separazione”.



No adozioni, sì pensione
La legge non prevede (e non ha mai previsto) la possibilità di adottare l'uno il figlio dell'altro anche se rimane una finestra aperta sulla possibilità, conferita alla magistratura ordinaria, di decidere caso per caso. Diversamente vale per la pensione di reversibilità e per il trattamento di fine rapporto che spettano al partner superstite, e per l'eredità, questa viene regolata dalle norme in vigore per i matrimoni.

Di © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami