Home » Società » Attualità » Trise, la nuova tassa su casa e rifiuti

Trise, la nuova tassa su casa e rifiuti

Si chiama Trise quella famosa Service Tax che prenderà posto di Imu e Tares. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Trise, la nuova tassa su casa e rifiuti

Nella serata di martedì 15 ottobre è stata varata dal Consiglio dei Ministri la nuova Legge di Stabilità, che dovrebbe servire a risanare il debito pubblico entro il 2016 e diminuire il deficit. Tra i vari punti toccati, si è parlato della Trise, la nuova tassa che, a partire dal 2014, andrà a sostituire Imu e Tares.

Di cosa si tratta?
La famosa Service Tax di cui tanto si era parlato quando il Governo aveva deciso di abolire l'Imu ha finalmente un nome: Trise. Altro non è che la nuova tassa che, a partire dal 2014, assommerà la Tari - tassa sui rifiuti, che prenderà il posto della Tares - e la Tasi - tassa sui servizi indivisibili, che prenderà il posto dell'Imu e la cui aliquota partirà dall'1 per mille.
La Tari sarà uguale per tutti, ma per quanto riguarda la Tasi ovviamente il conto sarà diverso a seconda che, a pagarla, sia un affittuario, un inquilino o il proprietario di uno o più immobili.

Coloro che possiedono un'abitazione principale (togliendo gli immobili di lusso), dovranno pagare entrambe le tasse che compongono la Trise, con un costo pressoché simile a quello pagato con l'Imu.
Diversa la situazione di chi possiede più di una abitazione, il quale dovrà pagare sì la Tirse, ma anche l'Imu che per la seconda casa è rimasta invariata. Miglior sorte toccherà a coloro che daranno in locazione il secondo immobile: il proprietario dovrà pagare l'Imu per intero, ma solo una piccola parte della Tasi.
Coloro che vengono maggiormente toccati dalla nuova tassa sono senz'altro gli affittuari: questi, infatti, continueranno a pagare la tassa sui rifiuti ma in più dovranno contribuire in alta percentuale anche al pagamento della Tasi.

Trise tassa

Quanto si pagherà?
Stando ai calcoli degli esperti, la nuova tassa sulla casa peserà mediamente 366 euro ad ogni famiglia. È quindi possibile fare un confronto con ciò che ci siamo lasciati alle spalle: Imu e Tares sono costati, in media, 281 euro a famiglia nel 2013 e 450 euro nel 2012, quando l'Imu venne pagata anche sulla prima casa.
È lo studio affrontato da Uil che ha utilizzato come termine di paragone un nucleo familiare composto da 4 persone residente in un appartamento di circa 100 metri quadri. Perciò, stando a queste elaborazioni, la Trise costerà più rispetto a ciò che è stato pagato nel 2013, ma meno messo a paragone con la tassa del 2012.


Il primo appuntamento con il pagamento è segnato al 16 gennaio 2014
, prima delle quattro rate che attenderanno gli italiani il 16 aprile, il 16 luglio e infine il 16 ottobre. Ma, per chi volesse, la Tirse si potrà pagare in un'unica soluzione il 16 luglio 2014.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami