Home » Società » Attualità » Tendenze regali di natale 2009

Tendenze regali di natale 2009

Quali sono le tendenze nell’acquisto dei regali di Natale di quest’anno? Chi fa i regali di Natale? E come li acquisteremo? Dal web o nel modo tradizionale?

Tendenza regali di natale 2009
3~2~1~via! Si parte con il periodo natalizio e oltre a pensare al panettone, si pensa anche ai regali. O meglio c’è chi anche non ci vorrebbe pensare per mancanza di voglia o per altri problemi. Per qualcuno è uno sforzo mentre per qualcun altro è un piacere. Vediamo cosa dicono anche le statistiche di Confcommercio sul comportamento degli italiani.
In base ai dati raccolti se per il 70% degli italiani il regalo a Natale è irrinunciabile, per il 35% si farà un pò di economia, anche se invece il 45% manterrà i livelli dell’anno scorso e arriviamo invece al 10% di quelli che non faranno regali e al 10% degli indecisi. Tra questi ultimi pochi uomini, sì, perché in base ai dati è più tradizionalista il sesso “forte” nel voler mantenere l’usanza del regalo e geograficamente parlando sono le regioni del Nord a spendere per i regali.
Se gli uomini sono una sorpresa, purtroppo la differenza di ricchezza economica tra le Alpi e il Vesuvio si mantiene in linea anche per i regali di Natale.
Acquisto regali di Natale via web
Per poco più dell’87% i destinatari di questi regali saranno i parenti più stretti: moglie o marito (anche fidanzati), fratelli o sorelle e figli, soprattutto se questi hanno meno di quindici anni. I generosi verso gli amici sono poco più del 68% quasi come quelli verso se stessi (67%) che approfittano di quest’occasione per gratificarsi.

Quest’anno sicuramente qualche economia ci sarà, non servono le statistiche per intuirlo, comunque il segno del regalo di Natale rimane nella nostra cultura un elemento molto importante. A fare le spese dell’economia sembra che siano i regali fatti per “rappresentanza”, per i semplici conoscenti per esempio.
Regali di Natale made in China
Da valutare anche il calo di spesa media per i vari regali ha fatto aumentare due fenomeni: il primo è l’incremento dell’acquisto di prodotti che arrivano dall’estremo oriente che in base ai dati di Confcontribuenti aumenterà del 5%, l’altro è l’incremento, seppure rimanga una percentuale relativamente bassa rispetto agli altri europei, degli acquisti tramite il web.
I prodotti cinesi si comprano principalmente per il costo molto basso (55%), qualcuno li acquista perché invece crede che “tanto è prodotto tutto in Cina” e quindi non c’è differenza; l’acquisto rimane però quasi vincolato a gadget per la casa o personali oppure a piccoli capi di abbigliamento come pantofole, guanti e sciarpe.
Il numero ridotto di acquisti tramite internet è invece vincolato alla paura di essere derubati, dalla mancanza di fiducia nella sicurezza del pagamento e anche perché si continua a preferire vedere e toccare l’oggetto prima dell’acquisto.

Tendenza acquisto regali di natale 2009

Ma quali sono i regali che ottengono le maggiori preferenze?
Principalmente abbigliamento, poi generi alimentari (produzioni artigianali, vino incluso), tecnologia (televisori al plasma o a LED, grazie anche al cambio del digitale terrestre, telefoni), articoli sportivi, libri e poi prodotti cosmetici e cura per la persona. Questi acquisti sono fatti ancora nei punti vendita tradizionali, gli ipermercati rimangono al secondo posto; mentre per chi sceglie l’acquisto tramite il web, i pesi cambiano: l’abbigliamento passa quasi in ultima posizione, davanti però ai prodotti alimentari, rimangono in testa i regali tecnologici seguiti dai libri e dagli articoli sportivi.
L’acquisto tramite PC è utilizzato soprattutto da persone sotto i quaranta anni che vivono al Nord e nei grossi centri mantenendosi in linea con il peso della diffusione tecnologica.
Nonostante tutto c’è una buona fetta di persone che ritiene inutile quest’usanza (30%) e pensate che più della metà lo ritiene una vera e propria costrizione.
Però la tradizione è tradizione. Un vecchio slogan pubblicitario diceva “meditate gente, meditate”, e credo sia il caso di valutare che fare un regalo deve essere un piacere, sia per chi lo fa sia per chi lo riceve.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami