Home » Società » Attualità » Addio Steve Jobs

Addio Steve Jobs

Steve Jobs, il grande genio della comunicazione per tutti, il fabbricatore di idee è morto. Tutti lo piangono, capitano d'azienda anche controverso, ma uomo da ricordare comunque.

Addio Steve Jobs

Non molto tempo fa aveva fatto notizia l'annuncio del suo abbandono alla carica operativa di CEO di Apple, l'equivalente del nostro Amministratore Delegato, ma Steve Jobs, era già entrato da tempo nel mondo dei grandi personaggi. Ora non c'è più, la sua morte purtroppo annunciata è arrivata. Si è già scritto tanto sulla sua vita, sulla sua biografia di figlio adottivo e mai laureato, sul suo essere genio, anche genio tiranno, anche uomo dai grandi sbagli ma sopratutto dalle grandi rivincite perché, come ha scritto qualcuno, i grandi uomini non sono quelli che vincono sempre, ma sono quelli che cadono e si rialzano e lui ha decisamente percorso questa strada.
Steve Jobs non c'è piùOra non c'è più e tutti lo ricordano, anche i suoi 'nemici' concorrenti lo hanno ricordato e anche tanti vip e personaggi dalla vita pubblica che chissà se avranno da morti la stessa celebrazione. Sicuramente questa sua 'santificazione' è dovuta alla morte prematura, al suo modo di affrontare anche questa malattia, un male dei nostri tempi, che nonostante tutto non perdona nessuno, neppure i ricchi e famosi. Certamente le sue possibilità gli hanno dato molte chance in più dei comuni mortali, ma l'epilogo è poi stato lo stesso, purtroppo.
Si parla e si è parlato del 'capitalista', del creatore di idee, ma molto poco si è parlato del marito e del padre. In tutti questi anni lui e anche la sua famiglia hanno difeso la loro privacy molto gelosamente e infatti ben poco si sa dell'uomo Steve che ha sposata Laurene Powell, una laureata alla Stanford Businness School (la stessa dove lui tenne il suo memorabile discorso motivazionale) che i maligni dicono abbia dichiarato di averlo fatto per poi poter conoscere qualche 'riccone' della Silicon Valley, si è poi dedicata alla imprenditoria nel mondo dei cibi naturali.

Lei, vegana, era riuscita a 'convincere' il marito a cambiare alimentazione, anche se Jobs si concedeva il pesce, uno dei suoi cibi preferiti. Nella filosofia di vita di Jobs ha certamente pesato la conversione al Buddismo, fatta inizialmente per moda, quando 'non sapeva ancora cosa farne della sua vita' ma poi rivelatasi un insegnamento di vita, come è nelle basi del Buddismo. Forse a causa delle sue origini, della sua fatica nell'arrivare, gli anni della filantropia sono arrivati solo negli ultimi tempi, ma, e questo dovrebbe essere un grande insegnamento, il suo stipendio di CEO era puramente rappresentativo, si dice 1 dollaro, ma fossero stati anche 5, questo gli permetteva unicamente di avere le coperture assicurative per se e la famiglia. Paragonato a cosa leggiamo sulla classe dirigente italiana è certamente fonte di rispetto.

Altre informazioni danno l'immagine di Steve come un padre e un marito attento, non un tiranno o un genio sregolato, ma una persona normalissima, dalla vita familiare comune: un matrimonio 'tranquillo', tre figli, il riconoscimento fatto a 'tranquillità sentimentale' avvenuta di una quarta figlia avuta da una relazione giovanile, figlia che andrà a vivere con la famiglia Jobs, per amore, per convenienza, non possiamo dirlo, certamente non mediaticamente esposta o sulla cresta dei giornali di gossip. Questo suo stile continua a essere seguito dalla famiglia che con un semplice comunicato ha chiesto di mantenere la riservatezza su questo dolore che vuole essere lontano dai riflettori.
Steve, nonostante tutto, hai insegnato come, pur essendo un capitalista, si può sempre fare qualcosa di buono.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da vela
     

    UN GRANDE UOMO DEGNO DI TUTO RISPETTO!

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami