Home » Società » Attualità » Silvia Battisti donatrice di midollo osseo

Silvia Battisti donatrice di midollo osseo

Bellissimo gesto di solidarietà fatto dall'ex Miss Italia Silvia Battisti, protagonista di un atto umanitario che è un esempio da seguire.

Silvia Battisti donatrice di midollo osseo

Silvia Battisti

 

Oggi Silvia Battisti, Miss Italia 2007, si sottoporrà in un ospedale di Verona alle visite per essere iscritta nel registro dei donatori di midollo osseo e cellule staminali. Le verrà prelevato il sangue e l'esito del prelievo sarà inserito in una banca dati dove fanno riferimento tutte le aziende ospedaliere alla ricerca di un midollo osseo compatibile con chi ne ha bisogno.

Inoltre Silvia sarà protagonista di un video, le cui riprese inizieranno in questi giorni, finanziato da un Centro di servizi di volontariato: il filmato sarà proiettato nelle scuole superiori in occasione delle visite che l'ADMOR (Associazione Donatori Midollo Osseo e Ricerca) per sensibilizzare i giovani alla donazione di midollo osseo.

La mamma della bella Silvia, la signora Lia Battisti, interviene spiegando che c'è un estremo bisogno di donatori perché è molto difficile trovare chi è compatibile con i pazienti affetti dalla terribile malattia che è la leucemia. Gli esami sono molto precisi e ci sono tre gradi di controllo prima della donazione, ma vale la pena farlo.

Anche Silvia avvalla quanto precisato dalla mamma, puntualizzando che si sottoporrà alla tipizzazione, che consiste nel prelievo del sangue per constatare la sua idoneità alla donazione. Quella odierna per Silvia è una giornata molto importante: la giovane ha infatti perso il papà, stroncato all'età di 45 anni dalla leucemia, poiché non ha potuto sottoporsi al trapianto necessario. "E' una cosa in cui credo e poi seguo le orme di mio papà, per il semplice motivo che anche lui donò il sangue prima di morire. Con questa donazione,creo un filo diretto con mio padre che ho perso quando ero bambina", dichiara.


Fino a pochi anni fa i trapianti di midollo osseo (oltre 50.000 nel mondo) venivano eseguiti esclusivamente tra fratelli con Hla identici. I risultati finora ottenuti in questo tipo di trapianto (circa 3.000) sono incoraggianti. E' risultato che anche il trapianto di midollo osseo da donatore non imparentato permette una percentuale di successi quasi eguale a quella ottenuta nel trapianto fra fratelli. Non è facile reperire un donatore identico: le probabilità che esista una compatibilità tra non consanguinei è purtroppo soltanto di 1 a 100.000.


Trapianto midollo osseo

 

In Italia esiste un registro nazionale, con sede al Laboratorio di Tipizzazione Tissutale del Servizio Trasfusionale dell'ospedale Galliera di Genova in Mure delle Capuccine, 14. Chi fosse interessato ad avere maggiori informazioni in merito può visitare questi siti internet:

 

Admor logo

ADMOR

ADMO

I.B.M.D.R. Registro italiano Donatori Midollo osseo

Midollo.it – Informazioni sul midollo osseo

 

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami