Home » Società » Attualità » Diritti Gay: Strasburgo condanna l'Italia - Parte 1 di 2

Diritti Gay: Strasburgo condanna l'Italia

Dopo il ricorso di tre coppie omosessuali, La Cedu ha decretato che l'Italia dovrà introdurre una legislazione per tutelare i diritti degli omosessuali

Diritti Gay: Strasburgo condanna l'Italia

L’Italia deve introdurre un riconoscimento legale per le coppie dello stesso sesso, che si tratti di matrimonio o di unione civile. A stabilirlo i giudici della Corte europea dei diritti umani che, in seguito al ricorso di tre coppie omosessuali italiane, hanno deciso di condannare l'Italia per aver violato la convenzione europea dei diritti umani.

La sentenza
Guidate da Enrico Oliari - presidente dell'associazione nazionale dei gay liberali e di centrodestra - tre coppie di omosessuali, che vivono da anni insieme a Trento, Milano e Lissone, hanno deciso di appellarsi alla Cedu (Corte europea dei diritti umani) di Strasburgo per ottenere la possibilità di sposarsi in Italia o di vedersi almeno riconoscere l'unione civile.
Un ricorso che ha riscosso successo a Strasburgo, dove la Cedu ha deciso di condannare l'Italia per aver violato l'articolo 8 della convenzione europea dei diritti umani che prevede il rispetto della vita familiare e privata delle coppie.

Le coppie omosessuali, ha dichirato la Corte, «hanno le stesse necessità di riconoscimento e di tutela della loro relazione al pari delle coppie eterosessuali. Per questo l’Italia e gli Stati firmatari della Cedu devono rispettare il loro diritto fondamentale ad ottenere forme di riconoscimento che sono sostanzialmente allineate con il matrimonio. L’Italia è l’unica democrazia occidentale a mancare a questo impegno (in realtà, anche la Grecia ancora non riconosce questi diritti, ndr)».

L'Italia ha quindi 3 mesi di tempo, salvo rinvii alla Grande Camera, per trovare una soluzione a questo problema e dovrà trattarsi di una forma istituzionalmente definita per riconoscere unioni tra persone dello stesso sesso. Nel frattempo, il Governo dovrà risarcire ognuna delle tre coppie omosessuali di 5mila euro per danni morali.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
TAG  diritti civili   gay  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami