Home » Società » Attualità » Il segreto per vivere più a lungo? 3 settimane di vacanze consecutive

Il segreto per vivere più a lungo? 3 settimane di vacanze consecutive

Sport? Alimentazione equilibrata? Vita sana? Nulla di tutto questo è sufficiente per vivere più a lungo! Il segreto, secondo le ultime ricerche, sono le ferie!

Il segreto per vivere più a lungo? 3 settimane di vacanze consecutive

Timo Strandberg, studioso dell'Università di Helsinki, è uno degli autori della maxi ricerca che ha avuto come oggetto i fattori che allungano la vita delle persone.
Con grande stupore degli stacanovisti e dei fautori di diete restrittive, sport e vita salutare l'indagine ha rivelato che il segreto per vivere più a lungo è concedersi ogni anno 3 settimane di vacanza consecutive.
Non basta perciò prendersi qualche giorno di ferie, perché ad essere benefici e fondamentali sono proprio i 21 giorni consecutivi di stop dalla quotidianità e soprattutto dallo stress!



Lo studio durato 40 anni
La ricerca, presentata al Congresso della Società europea di Cardiologia Esc a Monaco di Baviera, in attesa di essere pubblicata sul Journal of Nutrition, Healt & Aging sostiene che chi non prende ferie regolarmente lavora di più e dorme meno di chi, invece, si concede le vacanze.
Il risultato è un accumulo di stress e nervosismo nocivo. Lo studio è partito nel 1974 e ha preso in esame 1.222 persone di sesso maschile nate tra il 1919 e il 1934, tutte con almeno un fattore di rischio cardiovascolare (fumo, ipercolesterolemia, ipertensione, diabete e sovrappeso).

I ricercatori hanno poi formato due gruppi: 612 uomini sono stati inseriti nella categoria di “controllo” e per 5 anni sono stati esaminati senza che il loro stile di vita venisse modificato.
Gli altri 612, appartenenti alla categoria di “intervento” sono stati spronati a fare attività aerobica, seguire un'alimentazione equilibrata, perdere peso, smettere di fumare e in alcuni casi ad assumere farmaci per la pressione.
Dopo i primi 5 anni nel secondo gruppo il rischio di malattie cardiovascolari si era abbassato del 46%, ma dopo 15 anni, fino al 2004, c'erano stati più decessi nel gruppo di intervento rispetto a quello di controllo.

A questo punto che gli scienziati hanno iniziato ad esaminare altri elementi nella vita dei partecipanti alla ricerca.
È emerso che coloro che facevano 3 settimane o meno di vacanza avevano il 37% di probabilità in più di morire rispetto a chi si assentava dal lavoro per più di 21 giorni.


Lunghi week end o vacanze ininterrotte?
Strandberg e i suoi colleghi, hanno concluso lo studio sostenendo che l'educazione ad una vita più sana non è ovviamente dannosa, ma che da sola non è sufficiente per vivere più a lungo.
L'elemento purtroppo più nocivo è lo stress che però può diminuire concedendosi delle pause vacanziere lunghe, utili a ricaricarsi sia psicologicamente che fisicamente.
Prendersi solo lunghi week end, quindi non basta, anzi aumenterebbe solamente la tensione e il nervosismo.
21 giorni consecutivi sono l'elisir per avere una nuova energia perché si abbassano i livelli di ansia che riguardano sia la vita privata che quella lavorativa.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami