Home » Società » Attualità » Referendum 12 e 13 giugno 2011: ecco cosa bisogna sapere

Referendum 12 e 13 giugno 2011: ecco cosa bisogna sapere

Come funziona il voto e quali sono i referendum che ci saranno il 12 e 13 Giugno

Referendum 12 e 13 giugno 2011: ecco cosa bisogna sapere

Purtroppo se ne sente parlare poco, certamente l'informazione non spicca in questo caso, certamente non è per tutti, ma i mezzi di comunicazione di massa rispetto ad altri aspetti nazionali e situazioni, ne stanno parlando veramente poco. Per fornire una minima informazione ecco di cosa si tratta e per cosa si può votare.
Spieghiamo cosa è il referendum che oltre al significato latino di 'riferire', di dare un parere, è uno strumento di democrazia diretta regolamentato dall'articolo n°75 della Costituzione Italiana, per democrazia diretta si intende senza intermediari, cioè sono direttamente i cittadini che possono decidere con il loro voto.

Nonostante ci siano tre tipi di referendum in Italia:

  • consultivi (si chiede parere su questioni politiche di qualsiasi tipo)
  • confermativi (si chiede conferma relativa ad una legge)
  • abrogativi (si chiede se abrogare una legge esistente)

I primi due hanno solo una funzione quasi simbolica, ovvero, senza reale potere diretto perché potrebbero essere fatti, ma gli esiti non essere applicati.  Mentre il referendum abrogativo (e sino ad oggi in Italia si è sempre trattato di questo) porta ad una azione decisiva e immediata, ovvero il popolo italiano può decidere se abolire una legge.

La modalità di voto può sembrare 'strana', si dice SI per dire NO e si dice NO per dire SI, spieghiamo meglio:

  • votare SI vuole dire che si vuole abrogare l'articolo di legge in oggetto di referendum
  • votare NO vuole dire che si vuole mantenere l'articolo di legge in oggetto di referendum

Prestate quindi attenzione a questa cosa.
Altra informazione fondamentale è che il referendum diventa attuativo se votano il 50% + 1 degli aventi diritto.


QUESITI DEL REFERENDUM DEL 12 E 13 GIUGNO 2011
Ma quali sono i quesiti referendari che andremo a votare il 12 e 13 Giugno (i seggi saranno aperti dalle 8 alle 22 di domencia 12 giugno e dalle 7 alle 15 del lunedì 13 giugno)?
Referendum sul nucleare 12 e 13 giugno 2011
Referendum sul nucleare (scheda grigia)

Si potrà abrogare la parte del decreto legge chiamato omnibus che sancisce la produzione nel territorio italiano di energia elettrica derivata dal nucleare.

- SI per non produrre energia elettrica con centrali nucleare

- NO per produrre energia elettrica con centrali nucleari


Referendum privatizzazione dell'acqua 12 e 13 giugno 2011
Referendum sulla privatizzazione dell'acqua (scheda rossa)

Si potrà abrogare l'articolo 23 bis della legge 133/2008 dove si stabilisce che è possibile l'affidamento dei servizi idrici pubblici ai privati.

- SI per non affidare la gestione dell'acqua pubblica ai privati
- NO per poter affidare la gestione dell'acqua pubblica ai privati

Referendum dei profitti sull'acqua (scheda gialla)

Si potrà abrogare una parte dell'articolo154 del decreto legislativo 152/2006 che prevede che i privati possano stabilire una tariffa per il servizio idrico tenendo conto della "adeguatezza della remunerazione del capitale investito", ovvero avere un profitto.

- SI per non poter stabilire una tariffa che generi profitto
- NO per poter stabilire una tariffa che generi profitto


Referendum legittimo impedimento 12 e 13 giugno 2011Referendum sul legittimo impedimento (scheda verde chiaro)
Si potrà abrogare una parte della legge 51 del 7 aprile 2010 che introduce la possibilità per chi è impegnato in attività di governo di non comparire nelle aule di giustizia per processi ove si è coinvolti.

- SI per far necessariamente comparire in tribunale chi è impegnato in attività di governo
- NO per poter non far comparire in tribunale chi è impegnato in attività di governo




Altra informazione utile, potete votare solo per uno o due oppure solo tre referendum, è un vostro diritto, non siete obbligati necessariamente a votare per tutti, basta comunicare in sede di voto quali vi interessano e quali no.

Spero sia un poco più chiaro, un'ultima considerazione, comunque la pensiate, sia che siate per il SI o per il NO, ricordate che votare è un diritto e soprattutto quando siete voi direttamente ad esercitare il potere decisionale sulla legge come in questo caso.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  acqua  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami