Home » Società » Attualità » I Plantfluencer: la vita green dei millennial

I Plantfluencer: la vita green dei millennial

Una nuova moda che sta prendendo piede su Instagram e nelle case dei millennials e che ha dato alle piante d'appartamento nuovi connotati

I Plantfluencer: la vita green dei millennial

Si chiamano Plantfluencer (da Plant e Influencer) e sono quei giovani che negli ultimi tempi hanno fatto delle piante da appartamento una vera e propria moda “instagrammabile”.
Cosa significa? Che piccole piantine che fino a qualche anno fa venivano dimenticate in qualche angolo della casa, oggi sono veri e propri “esseri” di cui prendersi cura e da mostrare, come si fa con i cani o con i figli, sui principali social.
HousePlantClub, Homsteadbrooklyn, plantmama sono solo alcuni dei profili più seguiti e tra gli hashtag più utilizzati ci sono parole come #monsteramonday e #plantshelfie.

Non solo ecologia

Che cosa spinge tanti giovani social e meno social a occuparsi di piante, fiori e composizioni floreali?
Per prima cosa così come coloro che hanno la
passione del cibo sano, i plantfluencer hanno una particolare attenzione all'ambiente.
Vivendo spesso in grandi città, tra smog e inquinamento il loro spirito ecologista li spinge ad acquistare piante da appartamento che fanno bene alla salute e depurano l'aria.
In secondo luogo per i millenial che faticano ad avere una casa propria e solitamente vivono in affitto o condividono degli appartamenti, le piante sono “l'oggetto” d'arredamento più semplice.
Tra un trasloco e l'altro sono facilmente trasportabili (più di un divano o di un armadio) e sempre pronte ad essere ricollocate per occupare una stanza.
In più per chi non può avere un bel giardino o una terrazza fiorita è un modo di circondarsi di verde.

Qualcosa di cui occuparsi per riempirsi la vita
La passione di curare le piante che contagia plantfluencer e gente comune nasce anche dal bisogno di prendersi cura di qualcosa.
In una generazione dove si fanno figli sempre più tardi o
non si fanno e si fatica ad avere relazioni stabili, piante e animali sono diventati compensativi, ma le piante rispetto ad un cane e ad un gatto ancor meno impegnative.
Sebbene non troppo vincolanti regalano quella necessità di premura e riguardo che riempie.
Infine prendersi cura delle piante da appartamento, un po' come accade per orti e giardini, è una forma di terapia poiché quando non si arriva alla radice del problema si prova ad uscirne anche ispirandosi ad un modello ed i fiori insegnano a sbocciare nel modo giusto!


E per finire... bussines
Oltre al bisogno di riempire spazi e vuoti e ad avere un animo green, i plantfluencer sono anche dei bussinesmen.
Oggi dietro a piante grasse, pendenti, kokedama, ficus e bonsai si nasconde un mondo fatto di vasi, fioriere, concimi e annaffiatoi e per ogni varietà si dispensano consigli e suggerimenti.
Poi si scatta una foto magari abbinata ad oggetti di design, quadri o tessuti e si gioca la carta del successo.
Tentar non nuoce: bisogna avere buon gusto, passione, pazienza, milioni di follower e tanta fortuna di essere individuati dalle persone giuste.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami