Home » Società » Attualità » Domenica 28 ottobre: torna l'ora solare

Domenica 28 ottobre: torna l'ora solare

Nel weekend tornerà l'ora solare: ecco quando e come spostare le lancette - forse - per l'ultima volta

Domenica 28 ottobre: torna l'ora solare

Ci siamo: con l'arrivo dell'autunno torna l'ora solare. La data da segnare in agenda è imminente, domenica 28 ottobre. Alle ore 3,00 bisognerà spostare un'ora indietro gli orologi nel consueto passaggio dall'ora legale all'ora solare, che resterà in vigore fino al 31 marzo del 2019. Se risulterà difficile (almeno ai più dormiglioni) svegliarsi di proposito per compiere il gesto, gli stessi si potranno rincuorare al pensiero di riposare un'ora in più, recuperando i sessanta minuti di sonno persi lo scorso 25 marzo, quando avvenne il passaggio contrario, dall'ora solare a quella legale.

 

Sarà l'ultima volta?

Quest'anno, rispetto ai precedenti, questo "ritorno" sembra essere destinato a passare agli annali, giacché potrebbe essere l'ultima volta che viene effettuato, visto che l'Unione Europea ha in mente di abolire il cambio d'ora.
Al momento si tratta soltanto di un'ipotesi, esternata da Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione Ue e portavoce del risultato di una consultazione tra i cittadini: per far sì che ciò avvenga, però, sarà necessario il via libera del Parlamento europeo e dei capi di Stato e di governo dell'Unione. Staremo a vedere.

In Italia e nel mondo
Dopo aver vissuto fasi alterne, l'ora legale è stata definitivamente adottata dal nostro Paese con una legge del 1965, in un periodo in cui il fabbisogno energetico era in aumento esponenziale. Ma cosa accade fuori l'Europa? In generale, i Paesi della fascia tropicale non spostano le lancette, in quanto la variazione delle ore di luce durante l'arco dell'anno è minima e non consente di avere ore di luce sufficienti la mattina per giustificare questo spostamento. Nell'emisfero australe, essendo le stagioni invertite rispetto all'emisfero boreale, anche l'ora legale segue un calendario invertito: in Australia è in vigore da ottobre a fine marzo o inizio aprile, con possibili variazioni da stato a stato, mentre in Brasile si va dalla terza domenica di ottobre alla terza domenica di febbraio. In Africa l'ora legale è scarsamente usata.

 

Quando spostare le lancette?

Nella notte di domenica 28 ottobre, alle tre, le lancette degli orologi andranno spostate un'ora indietro: ci si sveglierà più riposati, avendo guadagnato un'ora di sonno in più, ma la giornata da affrontare sarà più corta, con il buio che arriverà sempre più presto fino al 21 dicembre, giorno del solstizio d'inverno. A onor del vero non è necessario essere così fiscali e basterà ricordarsi di fare il "passaggio" anche semplicemente la mattina di domenica, una volta svegli!

 

Il risparmio c'è?

Le stime sottolineano che, ogni anno, in Italia i sette mesi di ora legale abbattono di circa 550 milioni di chilowattora i consumi di corrente elettrica. Per i sostenitori dell'ora solare, però, i benefici, in termine di risparmio elettrico, stanno perdendo di significato: il consumo di elettricità è sempre meno legato ai servizi d'illuminazione, e sempre più a quelli di forza motrice (ad esempio per frigoriferi e condizionatori).

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami