Home » Società » Attualità » Nel weekend tornerà l'ora solare: indietro le lancette di un'ora domenica 27 ottobre

Nel weekend tornerà l'ora solare: indietro le lancette di un'ora domenica 27 ottobre

Ci siamo: la mattina di domenica 27 ottobre 2019 per il ripristino dell’ora solare le lancette andranno spostate indietro di un'ora

Nel weekend tornerà l'ora solare: indietro le lancette di un'ora domenica 27 ottobre

Con l'imminente weekend tornerà l'ora solare con lancette degli orologi che faranno un rewind di 60 minuti. In pratica, l'ora in più di sonno di cui godremo domenica 27 ottobre sarà il prologo a mattine più luminose e, conseguentemente, notti "anticipate". Quello dell'alternanza ora solare-ora legale è uno stratagemma finalizzato al risparmio energetico che ci accompagna da oltre un secolo. Era infatti il 25 maggio 1916 quando fu introdotto per la prima volta il cambio di ora anche se entrò in vigore con una legge del 1965, applicata a partire dall'anno successivo. Tuttavia è al vaglio della Commissione Europea la possibilità di abbandonare questo sistema e lasciare a ogni singolo stato la libertà di scegliere. L'Italia dovrà ufficializzare l'addio o meno all'ora legale entro il 2021. A favore dell’adozione dell’orario legale c’è soprattutto il settore turistico che preferisce un’ora di luce in più al pomeriggio, e contro c’è quello agricolo che sfrutta più di tutti le prime ore della mattina. Staremo a vedere.

 

Non solo in Italia

Il passaggio dall’ora legale a quella solare non avviene solo in Italia: la maggior parte dei paesi occidentali fa la stessa cosa, mentre in Russia, Argentina, India e in parte dell’Australia non viene applicata. Anche nei paesi della fascia tropicale non viene utilizzata perché la variazione delle ore di luce durante l'anno è minima.

 

In pratica...

Oltre all'ambitissima ora di sonno in più, cosa comporta "in pratica" il ritorno all'ora solare? In primis è il risparmio energetico a sostenere la causa, con un consumo inferiore di ben 567 milioni di kw/h (pari al consumo energetico annuo di 200 famiglie). Ma la ridistribuzione delle ore di luce, con l'aumento di un'ora della luminosità mattutina e il calo del buio "anticipato" cosa comporterà? Forse un po' di tristezza e cambiamento di umore, soprattutto nelle persone molto sensibili o che soffrono di SAD (Seasonal Affettive Disorder), una forma di "depressione stagionale" i cui effetti vengono amplificati dalle maggiori ore di buio. In generale si potrà avvertire, invece, un po' di stanchezza per un doveroso senso di adattamento al nuovo ritmo giorno-notte, presto destinata a passare in archivio grazie alla capacità dell'organismo di adeguarsi perfettamente alle nuove condizioni.

Qualche consiglio utile

Per i soggetti che soffrono di questo tipo di disturbo, gli esperti suggeriscono di cercare di "ri-sincronizzare" i ritmi circadiani, andando a letto prima e alzandosi un pochino più presto. Anche l'attività fisica può essere di aiuto, perché attenua la tensione nervosa e lo stress.

 

L'ora solare resterà in vigore fino a domenica 29 marzo 2020.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami