Home » Società » Attualità » Caso Ruby, Minetti: ero innamorata di Berlusconi

Caso Ruby, Minetti: ero innamorata di Berlusconi

Nicole Minetti ha rilasciato delle dichiarazioni spontanee di fronte ai giudici del Tribunale di Milano. "Il mio è stato un sentimento d'amore vero per Silvio Berlusconi", ha dichiarato l'ex consigliere regionale.

Caso Ruby, Minetti: ero innamorata di Berlusconi

“Un sentimento d'amore vero”. E' quello che Nicole Minetti provava nei confronti di Silvio Berlusconi e del quale ha deciso di parlare oggi, al Tribunale di Milano, durante l'udienza del processo Ruby 2. Processo per il quale Nicole Minetti, insieme a Lele Mora ed Emilio Fede, è accusata di induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile nell'ambito delle cene di Arcore. Per lei e gli altri due coinvolti, i pm hanno chiesto sette anni di reclusione, l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e il pagamento di una multa di 35emila euro ciascuno.

Minetti amore per Berlusconi

L'amore per l'ex Premier
La Minetti ha letto una memoria scritta, nella quale raccontava il suo arrivo a Milano nel 2006 e il suo incontro con Silvio Berlusconi ad una fiera del 2008 nella quale lavorava come hostess per mettere da parte un po' di soldi. Nel frattempo, l'ex consigliera regionale seguiva un corso di studi di igienista dentale al San Raffaele.

«Quando Silvio Berlusconi venne in visita al San Raffaele - ha dichiarato Nicole Minetti - iniziò da parte sua un discreto corteggiamento, e non nego di essere rimasta affascinata da lui. Tra noi nacque un rapporto di amicizia e poi una relazione sentimentale che si concluse alla fine di quell'anno. Al di là delle critiche, tengo a precisare che il mio è stato un sentimento d'amore vero per Silvio Berlusconi. Ciò detto, va da sé che iniziai a frequentare il presidente e le sue abitazioni. Partecipavo a cene, pranzi ed è capitato che mi fermassi sua ospite per più giorni presso le sue residenze. Così come capitava che parlassimo del mio futuro e di quello che avrei voluto fare dopo la laurea. Era chiaro, avendo noi una relazione sentimentale, che egli sarebbe stato felice di aiutarmi. Così mi disse che don Verzè avrebbe avuto piacere ad avere un rappresentante dell'istituto in consiglio regionale, io accettai con gioia e inconsapevolezza, ma a quel ruolo non ero pronta».

Minetti amore per Berlusconi

Le dichiarazioni sul caso Ruby
Negare fino alla fine. E' ciò che ha fatto oggi Nicole Minetti riguardo l'accusa di induzione alla prostituzione minorile che le hanno attribuito i pm nella scorsa udienza.

«Ritengo che l'accusa si fondi solo su un teorema privo delle indicazioni di concreti fatti di reato, fondato su un malcelato moralismo. Io non ho mai invitato nessuna delle parti offese a nessuna delle cene a casa del presidente, continuo a non capire cosa posso aver organizzato anche perché nulla ho organizzato», ha dichiarato la Minetti.
L'ex consigliera regionale ha poi aggiunto che questa storia ha scatenato su di lei una «feroce campagna di odio e diffamazione portata avanti con ogni mezzo di comunicazione fondata su una cattiveria e una malvagità circa la cui origine bisognerebbe seriamente indagare».

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
TAG  berlusconi  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami