Home » Società » Attualità » Il Manifesto per l'Infanzia e l'Adolescenza di Telefono Azzurro

Il Manifesto per l'Infanzia e l'Adolescenza di Telefono Azzurro

Una richiesta di maggior tutela politica da parte di Telefono Azzurro.

Il Manifesto per l'Infanzia e l'Adolescenza di Telefono Azzurro

I bimbi vanno protetti, difesi, amati, cresciuti in un ambiente rassicurante, decoroso e sereno: non sono utopie, anche se purtroppo per molti bimbi non è così, ma capisaldi dell'educazione, presi in considerazione dal Manifesto per l'Infanzia e l'Adolescenza promosso dall'associazione Telefono Azzurro, che da 25 anni opera nel settore di protezione dei minori.

Vediamo meglio insieme in cosa consiste questa importante iniziativa sociale.


Cosa è il Manifesto per l'Infanzia e l'Adolescenza in Italia?
A metà gennaio Telefono Azzurro ha lanciato questa iniziativa, che forse in mezzo a tanti “manifesti” legati meramente alla politica è quasi passato inosservato, ma è giusto fermarsi un attimo, leggerlo e fare delle riflessioni legate a quella che sarà la generazione sulle quali si reggerà il nostro Paese e che è ben più importante di tante promesse elettorali non mantenute di alcuni personaggi più o meno seri!
Si tratta di una proposta che è stata rivolta con molta serietà e impegno a quella che diverrà la prossima Legislatura, poiché si parla di bambini e di ragazzi.

Legislazione carente
Oggi in Italia la legislazione sotto alcuni aspetti è ancora carente, ecco perché nel Manifesto si parla in modo semplice ma concreto di iniziative e di tutela dei ragazzi. Le competenze per realizzare concretamente delle realtà a favore dei bambini vi sono, ma spesso non sono ben coordinate, basti pensare alle lacune che per prima la scuola presenta!
Più Ministeri si occupano di infanzia, ma non sono sempre coordinati tra loro, sarebbe quindi opportuno aver un nuovo Dicastero o un nuovo Dipartimento che li coordinasse tutti.


Ecco i punti salienti del Manifesto

  • Bambini e ragazzi sono le priorità del nostro Paese e in quanto tali devono avere il massimo rispetto e attenzione.
  • Verrà fondato un Ministero per l'Infanzia e l'adolescenza con fondi propri, capace di armonizzare le amministrazioni centrali e quelle locali sul settore minorile
  • sarà istituito un “giorno dell'ascolto” celebrato ogni anno in tutte le Assemblee elettive a partire dal Parlamento ai piccoli Comuni. Ciò favorirà e permetterà ai ragazzi di comunicare liberamente le loro necessità, le idee per cambiare la scuola e migliorare le istituzioni.
  • Istituiti fondi per aiutare i minori vittime di abusi e ingiustizie, maltrattamenti e violenze.
  • La scuola deve essere una priorità da mantenere in modo uguale per tutti, senza distinzione alcuna
  • saranno organizzati fondi per la prevenzione e la cura dei disturbi mentali dell'età evolutiva
  • si formeranno reti integrate tra le diverse associazioni no profit.

Per ogni altra informazione si può seguire il tutto sul sito internet www.azzurro.it

Credo, come mamma e pedagogista, che sia fondamentale cominciare dalla propria singola realtà, dalla propria scuola, cercando di costituire per quanto possibile reti di supporto tra i genitori, e aiuto reciproco la dove ve ne sia bisogno.
Essere attenti riguardo quelli che sono i reali bisogni dei bambini ogni giorno, con occhi e cuore pronti ad accogliere le loro richieste più o meno visibili.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  adolescenti  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami