Home » Società » Attualità » Il giuramento di Mattarella, la liturgia nel dettaglio

Il giuramento di Mattarella, la liturgia nel dettaglio

Martedì 3 febbraio alle 10 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella farà il giuramento nell'Aula di Montecitorio. Vediamo come si svolgerà

Il giuramento di Mattarella, la liturgia nel dettaglio

Lucia Pagano, segretario generale della Camera, la mattina di martedì 3 febbraio andrà a prelevare il Presidente della Repubblica a casa per accompagnarlo a Montecitorio, scortati per tutto il tempo dai Carabinieri. Nel momento stesso in cui il presidente uscirà dalla sua abitazione la campana maggiore di Montecitorio inizierà a suonare fino al suo arrivo.

Il presidente arriva alla Camera
Quando Sergio Mattarella arriverà alla Camera sarà ricevuto dai presidenti del Senato e della Camera. Presenti anche i Carabinieri in alta uniforme. Eseguito il percorso si recherà in Aula dove saranno presenti senatori, deputati, delegati delle Regioni, ospiti d'onore e alcuni rappresentati del corpo diplomatico.

A questo punto il Capo dello Stato si alzerà in piedi per pronunciare il giuramento: «Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione». Subito dopo verranno sparate le 21 salve di cannone prima che la campana di Montecitorio inizi di nuovo a suonare.


Il messaggio alla nazione
Dopo questa formula prestabilita Sergio Mattarella dovrà dire il suo messaggio personale davanti alla Nazione. Cosa dirà è ancora un mistero, questo fino a martedì 3 febbraio.

Una volta che Mattarella avrà parlato la seduta comune sarà chiusa e il capo dello Stato raggiungerà l'atrio di Montecitorio insieme ai presidenti del Senato e della Camera per ricevere gli onori dei corazzieri. Nella piazza verrà cantato l' inno nazionale e Mattarella uscirà in tempo da Montecitorio per assistervi.

A bordo della Lancia Flaminia 335, scortato dai Corazzieri e dai Motociclisti, raggiunge il Quirinale per ricevere gli onori militari e saluterà il presidente in uscita Giorgio Napolitano. Subito dopo il rinfresco e la festa nel Salone.

Di Claudia Lemmi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami