Home » Società » Attualità » 25 Novembre 2014, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

25 Novembre 2014, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Per non dimenticarci di questa situazione vergognosa a livello internazionale e per sensibilizzare tutte le donne, oggi è un giorno dedicato a “lei”

25 Novembre 2014, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Il 25 Novembre è la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne.
Istituita dalle Nazioni Unite nel 1999 e mai come oggi sempre più di attualità, soprattutto in Italia.
Anche se le più eclatanti o internazionali iniziative sono all'estero, negli USA e per la precisione a New York, con il coinvolgimento delle istituzioni internazionali e delle “big company” che contribuiscono alla sensibilizzazioni di questa giornata.
Però è indispensabile sensibilizzare anche la popolazione italiana, fortunatamente pubblici e privati vogliono dare voce a questo status della donna oggi.


L'iniziativa
Inutile andare a prendere i dati esatti, ma le donne sono le prime ad essere vittima di qualsiasi tipo di violenza, non solo fisica, ma anche psicologica, spesso legata a ricatti morali e materiali. In Italia si è arrivati ormai a parlare di femminicidio con dati allarmanti di mariti, amanti, padri che usano arrivando anche all'estremo gesto, dare sfogo sull'altra metà del cielo ogni loro rabbia, frustrazione, ma anche gelosia o semplice considerazione dell'inferiorità dell'essere femminile.
Ogni anno si ripete la volontà di alzare la testa e provare a dire «basta!». Anche oggi, 25 Novembre 2014 cerchiamo, impariamo o semplicemente ricordiamoci di dire “basta”. Niente più violenza sulle donne che rimangono in tutto il mondo la parte più debole della società.


All'estero
La mobilitazione per oggi all'ONU che, grazie anche alla moglie dell'attuale segretario e ad un accordo con le istituzioni della “grande mela”, verranno illuminati di arancione, sia il Palazzo di Vetro che anche l'Empire State Building. Sempre a New York sono in programma proiezioni di un filmato creato in collaborazione con Fabrica, la scuola di arti figurative di Olivieto Toscani con il supporto del Gruppo Benetton, rappresentativo della giornata: una ragazza lapidata con dei sassi che si trasformano in petali di rosa. Un documento shock ma che vuole dare una scossa ed un messaggio per ricordare a tutti quanto accade in tutto il mondo contro il sesso femminile.

Anche nella moderna America si ha bisogno di eliminare la cultura maschilista e l'associazione Un Women ha istituito “Orange Your Hood”, colorare di arancione il proprio quartiere con iniziative varie in tutti gli USA e sino in Messico, ma anche in alcune nazioni dell'Est Europa.
Teri Hatcher, una delle “casalinghe disperate” del noto serial, vittima anch'ella di violenza, è la testimonial.


In Italia
Anche in Italia, in varie città e paesi, sarà l'occasione per parlare di questo argomento. Le più significative sono a Roma dove il colore sarà il rosso con Piazza del Popolo illuminata come segnale simbolico e poi proiezioni di filmati, incontri e flash mob per tutta la città.
Anche Milano non si tira indietro con una fiaccolata per le vie della città. A Napoli è disponibile un Info-Point anonimo per poter chiedere qualsiasi informazione. A Trieste laboratori e mostre come ritrovo per tutte le donne.
A Torino verrà inaugurato un giardino dedicato a tutte le donne vittime della violenza. Altre iniziative più locali sono previste in molte altre città.

Che questo giorno porti aiuto a combattere questa piaga
diffusa in tutto il mondo e che sensibilizzi le donne a ribellarsi a qualsiasi tipo di violenza.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami