Home » Società » Attualità » Gaza, Israele accetta la tregua, ma Hamas non ci sta

Gaza, Israele accetta la tregua, ma Hamas non ci sta

Dalle 8 di questa mattina il premier israeliano Netanyahu ha annunciato lo stop dei bombardamenti su suggerimento dell'Egitto. Ma il gruppo palestinese continua a lanciare razzi: «Non ci arrendiamo»

Gaza, Israele accetta la tregua, ma Hamas non ci sta

Dopo sette giorni di bombardamenti, la Striscia di Gaza vive le prime ore di tregua. L’Egitto ha proposto alle parti in guerra un cessate il fuoco che Israele ha accettato. Dalle 9 di questa mattina (8 ora italiana), «gli attacchi sono sospesi, non spariamo più», ha annunciato il portavoce delle forze armate Peter Lerner. Ma i militari di Hamas non ci stanno: «un cessate il fuoco vorrebbe dire una resa e una sottomissione».  

Una tregua in bilico
Le parti hanno 12 ore per accettare il cessate il fuoco, ma, mentre il governo di Netanyahu sembra disposto a deporre le armi, Hamas continua a lanciare razzi verso il Sud di Israele. Ismail Haniye, leader politico del movimento palestinese, ha protestato: « I negoziati sono ancora in corso, nessuna delle nostre richieste è stata accettata».
Israele risponde duramente: «Noi restiamo pronti, se Hamas rifiuta la tregua e continua a lanciare razzi reagiremo con potenza».


Gli scontri
Poche ore prima della tregua si contavano 192 morti e 1400 feriti . Israele, nella notte, ha colpito la casa di uno dei capi militari di Hamas, Marwan Issa. Le forze armate del gruppo palestinese, invece, hanno mirato sul centro di Eilat, località turistica israeliana sul Mar Rosso, ferendo tre persone.

Le altre nazioni
A Israele sono in arrivo il ministro degli Esteri italiano, Federica Mogherini, diretta a Tel Aviv, e il segretario di Stato americano John Kerry, diretto al Cairo. La Mogherini incontrerà il collega Lieberman, poi raggiungerà Ramallah per vedere Abu Mazen, presidente dell’Autorità palestinese.

Barack Obama, intanto, ha fatto sapere di aver appreso con sollievo la proposta egiziana di cessate il fuoco in Medio Oriente. Il presidente americano ha però lanciato un monito a Israele : «Il paese ha diritto di difendersi contro attacchi inaccettabili da parte di Hamas, ma allo stesso tempo la morte e  il ferimento di civili palestinesi sono una tragedia: bisogna proteggere i civili, chiunque siano e ovunque vivano».

Di Caterina Michelotti © Riproduzione Riservata
TAG  guerra a gaza  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami