Home » Società » Attualità » Letta si dimette, al via le consultazioni per formare il prossimo governo

Letta si dimette, al via le consultazioni per formare il prossimo governo

Il premier uscente rassegna le dimissioni. Tocca ora al Presidente della Repubblica avviare le consultazioni e incontrare i partiti. Entro lunedì potrebbe già essere pronta la nuova “squadra”.

Letta si dimette, al via le consultazioni per formare il prossimo governo

Ieri la direzione del Partito Democratico ha votato la sfiducia nei confronti di Letta (136 voti a favore, 16 no, due astenuti), oggi, come previsto, sono arrivate le dimissioni ufficiali del premier. Nel primo pomeriggio, dopo un breve Consiglio dei Ministri, Letta è salito al Quirinale per comunicare ufficialmente al presidente della Repubblica Napolitano la sua decisione irrevocabile.

Il saluto
Poco prima dell'una, il premier uscente ha confermato quanto accaduto con un tweet: «Al Quirinale a rassegnare le dimissioni al Capo dello Stato. Grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato. 'Ogni giorno come se fosse l'ultimo'».


Le consultazioni
L'incontro tra Letta e Napolitano è stato breve. Questo per avviare le consultazioni al più presto. Il Capo dello Stato incontrerà il presidente del Senato Pietro Grasso alle 17 e il presidente della Camera Laura Boldrini quarantacinque minuti più tardi. Poi sarà la volta di tutti gli altri partiti. Soltanto il Movimento 5 Stelle ha fatto sapere che non parteciperà.

Renzi
Matteo Renzi non aveva mai espresso in modo chiaro la sua volontà di subentrare a Letta. Anzi, fino a ieri smentiva i molti giornalisti che parlavano di guerra intestina dentro il Pd e della competizione tra i due esponenti del partito. Nonostante le dichiarazioni ufficiali, però, sembra chiaro ormai che il sindaco di Firenze abbia messo Letta nella condizione di non poter più proseguire con il suo mandato.

Toto-ministri
E' ormai scontato che al posto di Letta subentrerà Matteo Renzi, leader Pd e vincitore delle ultime primarie. Rimane il dubbio su chi saranno i prossimi ministri.

Di Caterina Michelotti © Riproduzione Riservata
TAG  governo  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami