Home » Società » Attualità » Crolla soffitto di una scuola elementare a Ostuni: due bambini feriti

Crolla soffitto di una scuola elementare a Ostuni: due bambini feriti

E' accaduto a Ostuni, nel Brindisino. Il soffitto della scuola elementare Pessina è crollato travolgendo i bambini. Per fortuna nessun ferito grave, ma le condizioni di due bambini sono comunque serie

Crolla soffitto di una scuola elementare a Ostuni: due bambini feriti

I bambini erano tutti seduti ai loro banchi, impegnati a seguire la lezione. A un certo punto dal soffitto l'intonaco si è distaccato, 5 metri quadrati di blocco con uno spessore di 3 centimetri. I bambini sono stati investiti e una maestra è rimasta ferita nel tentativo di aiutare gli alunni.

La scuola elementare Pessina era stata appena ristrutturata. A gennaio 2015 era pronta ad accogliere nuovamente gli alunni dopo un periodo di chiusura, ma a quanto pare qualcosa durante i lavori è andato storto, perché proprio oggi il soffitto è crollato, ferendo due bambini.

Il papà di uno dei ragazzi che frequentano la scuola si è rivolto ai microfoni dell'ANSA manifestando tutta la sua preoccupazione. Dice: «Ora basta, non possiamo temere per la vita dei nostri figli. I nostri bambini sono in pericolo» Richiede una nuova manutenzione, un controllo più accurato. E questo pensiero è certo condiviso da tutti, tanto dai genitori quanto dal personale scolastico.


Cosa è successo
I bambini della 2E stavano seguendo regolarmente una lezione di matematica, incollando delle schede sui loro quaderni. A un certo punto i calcinacci del crollo investano gli alunni. Una maestra nel prestare soccorso ai piccoli scivola e si fa male. Due bambini sono stati portati in ospedale e, anche se per fortuna non hanno niente di grave, hanno comunque sia riportato ferite importanti. La scuola è stata immediatamente evacuata.

Luca, uno dei bambini feriti, sta abbastanza bene ma lo spavento è stato tanto. Il piccolo ha una ferita alla testa chiusa con dei punti e il setto nasale fratturato. L'altro bambino ha una ferita alla testa ma può già tornare a casa.

Commenti sulla vicenda
Michele Bordo, presidente della Commissione per le Politiche UE della Camera scrive su Twitter: « Sul crollo al Pessina di Ostuni, invece di insultare si indaghi su come sono stati fatti i lavori di ristrutturazione. La scuola è stata appena inaugurata! »

Codacons invece, ricorda che questo altro non è che “l'ennesimo” caso di una scuola italiana che vede crollare il soffitto. Denunce di degrado mai state ascoltate, nessun intervento a sostegno delle strutture scolastiche pubbliche. Codacons dice: « Ci chiediamo che fine abbiano fatto il Piano generale di edilizia scolastica che obbligava il Ministero dell'Istruzione ad adottare precisi provvedimenti in materia, e il famoso piano sulle “scuole sicure” annunciato dal premier Renzi che prevedeva 400 milioni di euro per 2400 interventi a partire dal 2015. »

Di chiunque sia la responsabilità di quanto è accaduto, una cosa è certa. Fatti simili non dovrebbero accadere, tanto meno nelle scuole, strutture dove i genitori dovrebbero lasciare i propri bambini in totale tranquillità e non con la paura che possa loro accadere qualcosa di male.

Di Claudia Lemmi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami