Home » Società » Attualità » Eluana Englaro: Difesa di un diritto o gesto inumano?

Eluana Englaro: Difesa di un diritto o gesto inumano?

Eluana Englaro è stata trasferita alla Casa di Cura “La Quiete” di Udine ed ha compiuto probabilmente il suo ultimo viaggio in attesa che venga compiuta la volontà sua e di suo padre: smettere di soffrire a costo di non dover più vivere.

Beppino Englaro
La battaglia di Beppino Englaro dovrebbe essere giunta alla sua conclusione: la giustizia gli ha riconosciuto il diritto di sospendere l’alimentazione artificiale di sua figlia Eluana, e proprio lui prima di chiudersi in un silenzio carico di dolore e di emozione ha detto “Molti negano la realtà, io voglio solo liberare mia figlia”

Nelle sue parole tutta la sofferenza di un uomo che ha perso la propria figlia già da diversi anni, un uomo che è stato costretto ad assistere alle continue sofferenze a cui lei è stata sottoposta, che ha sperato nelle cure fino a quando ha compreso che non c’era più speranza.

A seguito del trasferimento da Lecco alla Casa di Cura di Udine il genitore della ragazza, attraverso il legale della famiglia, ha dichiarato di volere vivere questi momenti in solitudine chiedendo il rispetto della sua riservatezza e del senso di umanità necessario in una situazione così delicata.

Beppe Englaro, ha inoltre dichiarato di accettare, come ha sempre fatto,  le critiche che gli verranno poste e che sua figlia non morirà perché la sua battaglia di libertà vivrà per sempre.
Il caso di Eluana ha colpito l’opinione pubblica che spesso si è divisa tra chi ritiene un diritto scegliere di morire e chi invece pensa che la vita sia un bene da difendere a tutti i costi.
 
In questi giorni i medici incaricati di interrompere l’alimentazione di Eluana Englaro hanno garantito che non proverà sofferenza e che tecnicamente non morirà di fame: la parte del cervello che viene interessata dalla sensazione della fame e dell’appetito non è funzionante nella ragazza che perciò non proverà alcuna sofferenza.
Beppino Englaro con le foto di Eluana
Il dibattito resta comunque aperto tra la posizione della Chiesa che ritiene che questo potrebbe essere il primo caso di eutanasia autorizzata in Italia e la posizione dei medici che ritengono che tecnicamente l’intervento che verrà operato non si possa in alcun modo ritenere eutanasia.

Il caso Eluana, sebbene con caratteristiche differenti, fa seguito a quello di Piergiorgio Welby che nel 2006 inviò un video messaggio al Presidente della Repubblica con quale chiedeva che venissero interrotte le cure che lo tenevano in vita: Welby morì il 20 dicembre 2006 aiutato dal Dottor Mario Riccio, anestesista processato e prosciolto dall’accusa di omicidio del paziente consenziente perché il fatto non costituisce reato.
Piergiorgio Welby
In Italia il dibattito sull’eutanasia è sempre aperto sia nella società civile sia nel mondo politico e le differenze di pensiero sono nette. Proprio questa mattina si registra l’intervento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ha auspicato un intervento del Parlamento per colmare il vuoto legislativo in merito al Testamento Biologico.
Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
La domanda che ci si deve porre è se quella di Eluana è ancora una vita, dopo 15 anni trascorsi attaccata ad un respiratore e sottoposta a continue cure che non potranno mai aiutarla a guarire o riprendersi ma solo a sopravvivere.
Ci si deve chiedere se la vita del padre, trascorsa nella sofferenza e nell’impotenza di aiutare la propria figlia che giace sul letto di morte da ormai 15 anni, sia da difendere e da tutelare.

Bisognerebbe difendere la volontà di chiunque decida di sopravvivere ad ogni costo ma forse si dovrebbe anche rispettare la volontà di chi non vuole più vivere senza godere della propria vita.
Ognuno nel proprio animo è combattuto ed in questi casi non esiste la scelta giusta, probabilmente non può esistere.
Eluana Englaro
Nei prossimi due giorni, quelli che separano Eluana dal giorno in cui le sarà interrotta l’alimentazione, la discussione sarà sempre più accesa e si porranno in essere una serie di iniziative per impedire che ciò avvenga ma forse la cosa che si dovrebbe sperare è che si faccia la volontà di Eluana anche se dolorosa.

Cosa ne pensi di questa vicenda? Esprimi la tua opinione sulla vicenda di Eluana Englaro sul Forum di Attualità di Amando.it

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami