Home » Società » Attualità » Dolce e Gabbana per la famiglia tradizionale, Elton John: «Boicottiamoli»

Dolce e Gabbana per la famiglia tradizionale, Elton John: «Boicottiamoli»

Bufera per l'intervista di Panorama in cui i due stilisti si sono detti contrari alla fecondazione in vitro e alla famiglia omosessuale. Alcuni vip in rivolta, da Courtney Love a Ricky Martin

Dolce e Gabbana per la famiglia tradizionale, Elton John: «Boicottiamoli»

È partita una vera e propria campagna di boicottaggio per il duo di stilisti Dolce e Gabbana, “colpevole” di aver ribadito ancora una volta la propria contrarietà alla famiglia gay. La bufera è scoppiata con la pubblicazione di un'intervista rilasciata a Panorama in cui Domenico Dolce e Stefano Gabbana, entrambi omosessuali, hanno detto di non appoggiare l'idea di un nucleo familiare formato da due genitori dello stesso sesso e gli eventuali bambini. I due si sono dichiarati anche contrari all'idea della fecondazione artificiale.

Elton John contro Dolce e Gabbana
La reazione delle coppie gay più in vista non si sono fatte attendere. «Come vi permettete di dire che i miei meravigliosi figli sono sintetici?», ha chiesto via social il cantante Elton John, che con il marito David Furnish ha voluto due bambini ottenuti con la fecondazione in vitro. Devono «vergognarsi per aver puntato il dito contro la fecondazione in vitro, un miracolo che ha consentito a legioni di persone che si amano, etero e omosessuali, di realizzare il loro sogno di avere figli. Il vostro pensiero arcaico è fuori tempo: proprio come le vostre creazioni di moda». Ma quello che più è pesato è la condanna: «Non indosserò mai più nulla di Dolce e Gabbana».

#BoycottD&G
Più drastica l'ex compagna di Kurt Cobain, Courtney Love, che ha detto di voler fare dei vestiti D&G un rogo: «Ho appena raccolto tutti i miei vestiti Dolce e Gabbana e li voglio bruciare. Non ho parole. Boicottiamo la bigotteria insensata». Insieme al messaggio Instagram, accompagnato dall'hashtag #boycottD&G, un collage di due copertine, quella di Vanity Fair del 2005, in cui i due stilisti posavano in mezzo a vari bambini e il titolo “Il desiderio di essere padri”, e quella del nuovo Panorama, con “Via la famiglia (tradizionale)”.
Dura anche la reazione del cantante sudamericano Ricky Martin, padre di due gemelli avuti in provetta con il sostegno di una madre surrogata. «Le vostre voci sono troppo potenti per spargere così tanto odio. Sveglia, siamo nel 2015, amate voi stessi, ragazzi!».

Di Caterina Michelotti © Riproduzione Riservata
TAG  diritti civili   gay  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami