Home » Società » Attualità » Biglietti online

Biglietti online

Acquistare con un click, comodamente e da casa propria: anche per i biglietti è possibile e conveniente.

Biglietti online

Fare la coda è una cosa che fa perdere la pazienza o annoia moltissimi di noi, basti pensare a quanti sbuffi, occhi al cielo, dita che si muovono nervosamente, chiari indicatori di come il tempo sembra proprio non passare. E questo ovunque, se siamo in fila al cinema, al teatro, alla biglietteria di un traghetto, davanti ad un museo o in stazione. Lo stesso vale se dobbiamo organizzare la partenza per una breve o lunga vacanza: perdere tempo in agenzia per molti è insopportabile.
Ecco allora che sono in aumento tutte quelle persone che acquistano o prenotano i biglietti online, un modo semplice, pratico e veloce per organizzare al meglio il nostro tempo, non perdersi spesso in futili discussioni e avere poi lo spazio per fare altre cose. L’acquisto sul web è allora un’alternativa a quello classico, è sicuro, dà la possibilità ad esempio, nel caso di concerti, spettacoli, cinema ecc, di scegliersi il posto preferito e godersi lo spettacolo meglio di altri che magari, dopo due ore di fila, finiscono lontani un chilometro dal palco o, peggio ancora, di trovare tutto esaurito. Che smacco oltre all’arrabbiatura!
Questo fenomeno prende il nome di secondary ticketing, ovvero la rivendita online di biglietti, spesso organizzata da agenzie specializzate intermediarie. Per poter effettuare tale azione sono necessarie poche cose: un accesso al web, la carta di credito o quella prepagata (ad esempio la Postpay), un documento di identità accanto al pc o il codice fiscale, per chi non ha molta memoria.

Tra le piattaforme più utilizzate vi è ad esempio Ticket One, perfetta per acquisto di biglietti validi per concerti, teatri, spettacoli vari, eventi sportivi ecc.
Diversi teatri offrono poi direttamente una biglietteria personale sul web, presso la quale è possibile effettuare acquisti per i loro spettacoli: è il caso ad esempio del Teatro Manzoni di Milano, tramite Ticket.it, o il Teatro Alla Scala, che permette l’acquisto diretto senza costi di intermediazione normalmente applicati da un’agenzia.
Scelta posto onlineCollegarsi  a questi siti, come a quelli di molte sale cinematografiche, permette di effettuare la scelta del posto in virtù della planimetria che appare all’utente e dà la possibilità di vedere la distanza dallo schermo o dal palco, è possibile vedere quanti posti disponibili vi sono in un determinato giorno, e magari scegliere per il giorno successivo.
Alcune volte vi è la possibilità, oltre al classico ritiro presso la biglietteria in loco, anche della spedizione a casa, con un piccolo contributo in più: una comodità che ad alcuni può sempre interessare.

Prenotare biglietti onlineVi sono anche casi in cui chi usa questa formula di acquisto ha delle particolari agevolazioni o attenzioni, ad esempio per i fan dei Tokio Hotel che hanno preordinato sull’iTunes Store il loro album Humanoid, vi era un diritto di prelazione sull’accesso ai futuri concerti della band tedesca, grazie ad un particolare codice di accesso che veniva appositamente rilasciato.
Altro esempio particolare: per l’ostensione della Sacra Sindone a Torino, per coloro che hanno prenotato online sui siti Sindone.org o su PiemonteItalia.eu la visita era gratuita.

Tra i vantaggi già descritti del non fare la coda, è possibile aggiungere indubbiamente, oltre a quello di totale mancanza di stress, anche quello ambientale: niente macchina o moto per spostarsi in città e attraversare vie e corsi, ma solo un clic per prenotare il film più bello o il concerto più emozionante!

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

2 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da ylja
     

    biglietti online??? assolutamente no!!!andare sul posto non si sa mai..se il pc ha la connessione lenta e non arriva la prenotazione????

  2. Inviato da crimar
     

    Anch'io non mi affido a questo genere di acquisto. Spesso e volentieri i siti di prenotazione sono sovraccarichi o inadeguati a gestire tanti utenti, e poi c'è questo maledetto obbligo della carta di credito che proprio non capisco... Mettiamo che, per qualsiasi ragione, il biglietto non ci sia, intanto io l'ho già pagato!
    No, no, molto meglio la cara vecchia biglietteria.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami