Home » Società » Attualità » Bicirivoluzione

Bicirivoluzione

La bicicletta è sinonimo di libertà, di voglia di stare in mezzo al verde e soprattutto, oggi come oggi, di impegno ambientale.

Bicirivoluzione

Nelle città in cui i livelli di polveri sottili e smog raggiungono a volte livelli preoccupanti e i dati epidemiologici raccontano di aumenti di persone e bambini colpiti da asma e problemi respiratori, optare per l'uso della bicicletta non è solo trendy, ma anche indicativo di una sensibilità e rispetto verso se stessi e la salute altrui.

In base ad un'indagine di Legambiente, in Italia vi sarebbero 30 milioni di biciclette circolanti, posizionandoci molto in basso in una classifica mondiale dove ai primi posti vi è la Cina con 450 milioni di biciclette, seguita dal Giappone con 75 milioni e Germania e India con 63 milioni.
Una considerazione è però da fare, ovvero in Italia, rispetto agli anni '90, l'uso delle due ruote è triplicato, se nel 2001 il 2% degli italiani usava la bici per andare a lavorare, oggi siamo al 9%.
I dati a volte risultano essere non ancora completi o meglio un pochino disomogenei, poiché c'è chi dice di usare la bici solo raramente (75% degli italiani), c'è chi dice di usarla tutti i giorni (18% degli italiani del nord). Solo un quarto degli intervistati la considera un vero e proprio mezzo di trasporto, utilizzandola in alternativa a tram, macchina, moto o metro, ecco infatti l'uso del bike sharing in aumento.


Perché usare la bicicletta?

Non è solo una questione di trascorrere una giornata in maniera eco, ma la volontà di impegnarsi socialmente e a livello di salute in una lotta contro lo smog.
Quali sono le altre motivazioni, vediamolo insieme:

  • la volontà di mantenersi in forma
  • migliorare le condizioni di salute
  • trascorrere in modo sano il tempo libero
  • aggirare le code e gli ingorghi, ovvero il traffico.

Per andare in bici è anche necessario avere delle sicurezze, ad esempio percorrere strade in cui non si rischia di essere investiti, ecco che in molte città nel corso di questi ultimi anni sono state create apposite piste ciclabili, da percorrere in tranquillità soprattutto se si hanno bambini a seguito.
A proposito di bambini, è molto bello vederli pedalare accanto alla bicicletta di mamma e papà con la loro piccola bici, sicuri e felici. L'importante è preservarli da brutte cadute con un buon casco, oggetto da usare anche se si è adulti perché purtroppo una caduta può essere decisamente pericolosa, tanto quanto lo è in motocicletta.
I bambini nelle loro richieste per compleanni o a Babbo Natale richiedono moltissimo la bicicletta, è il secondo regalo più richiesto al mondo!

Organizzare una vacanza in bicicletta

Oltre al piacere di scegliere la bicicletta come mezzo di trasporto cittadino è possibile organizzare dei veri e propri viaggi in bici, esistono dei tour operator specializzati in questo settore che organizzano pacchetti e itinerari per una vacanza su due ruote!
Via libera a gite sul Danubio, in Olanda e, per rimanere più vicini, esiste un bellissimo tour che parte da Istria, seguendo il tracciato della vecchia linea ferroviaria Parenzana, ora pista ciclabile di 78 km. In Valle di Fassa vi sono diverse piste ciclabili, ad esempio una di 47 km che va da Canazei a Molina di Fiemme, oppure sulle Dolomiti si trovano più di 1.000 km di pedalate in giro per il verde, le baite e la natura selvaggia e incontaminata.


Quanto si consuma pedalando?
Vi starete chiedendo se andare in bicicletta è anche un ottimo rimedio per bruciare le calorie, la risposta è affermativa! Pedalare fa bene al cuore, alla circolazione e aiuta a smaltire quei chili di troppo; la tecnologia poi può essere di aiuto, poiché sul mercato esistono dei dispositivi più o meno sofisticati in grado di calcolare il dispendio energetico, oltre che conteggiare il totale dei km percorsi. Ecco allora sul display comparire il cardiofrequenzimetro, la bussola digitale, il contapedalate e il ricevitore GPS, con possibilità di memorizzare i percorsi.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  bicicletta  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami