Home » Società » Attualità » Bersani colpito da un ictus emorragico

Bersani colpito da un ictus emorragico

Si è sentito male domenica mattina e nel pomeriggio dello stesso giorno è stato operato. Un ictus emorragico ha causato il malore, ma ora sembra che la situazione sia in miglioramento.

Bersani colpito da un ictus emorragico

Pierluigi Bersani è ricoverato nel reparto di Neurochirurgia: un forte malore lo ha colpito la mattina di domenica scorsa, il 5 gennaio. Dopo una prima visita al pronto soccorso di Piacenza, è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale Maggiore di Parma, dove è stato tenuto sotto i ferri per tre ore. L’ex segretario del Pd «ha avuto una lieve emorragia cerebrale, ma sembra, per fortuna, senza conseguenze serie dal punto di vista neurologico», ha dichiarato il suo portavoce, Stefano Di Traglia. Le sue condizioni sembrano essere in miglioramento, ma la prognosi è ancora riservata.

Il malore
Un forte mal di testa e dei continui attacchi di vomito mentre era a casa con la sua famiglia, a Piacenza. Così è cominciata la domenica di Pierluigi Bersani, alle 11 accompagnato al pronto soccorso di Piacenza da sua moglie. Una Tac ha subito evidenziato la gravità della situazione e l'ex segretario del Partito Democratico è stato trasferito all'ospedale Maggiore di Parma, in preda a un malore, dove è stato operato per un aneurisma cerebrale. L'intervento, volto a bloccare l'emorragia cerebrale causata dall'ictus, è durato più di tre ore ma è perfettamente riuscito.
«Non presumiamo danni, adesso è in rianimazione, dove viene monitorato, ed è troppo presto per esprimere un parere assoluto, saranno decisive le prossime 48-72 ore», ha detto Ermanno Giombelli, il chirurgo che ha operato Bersani. «Nelle prossime ore - ha continuato Giombelli - faremo una tac di controllo. Per il momento è presto per esprimere pareri assoluti, la prognosi rimane riservata e sicuramente non la scioglieremo prima di 72 ore. In queste situazioni andiamo avanti di 24 ore in 24 ore».

La solidarietà dal mondo della politica
«Ho portato l'abbraccio di tutta la comunità del Pd, e anche personale, alla signora Daniela, alle figlie Elisa e Margherita... Ovviamente non ho potuto parlare con Pierluigi che è in rianimazione. Siamo felici che la situazione sia in miglioramento, io sono venuto qua per un saluto e un abbraccio e a dire che siamo tutti con Bersani. Bellissimo l'affetto di tutto il popolo del Pd e di tanti cittadini... Speriamo di riaverlo presto tra noi. Finalmente oggi sono arrivate belle parole da parte di tutti gli schieramenti, nessuno escluso». Con queste parole l'ex viceministro dell'Economia, Stefano Fassina, ha parlato del suo incontro con la famiglia di Bersani, a poche ore dall'incidente.
Ma non è stato l'unico a far sentire la propria vicinanza all'ex segretario del Pd. Sono arrivati gli auguri dal suo più acerrimo nemico all'interno del partito, Matteo Renzi, che ha portato a Bersani «l’abbraccio di tutta la comunità del Pd. Lo aspetto per tornare a discutere, anche a litigare - ha poi dichiarato - ma l’importante è che sia riuscito a superare questa fase che è la più difficile».
Anche dal blog di Grillo, che ha dedicato un post intero a Bersani, arrivano i più sentiti auguri di pronta guarigione verso l'ex segretario del Pd. «Bersani, ti aspettiamo, non fare scherzi», recita il post nella sua conclusione.
Come loro molti altri nel mondo della politica, vicini fisicamente ma anche solo con il cuore, si tengono costantemente informati sulle condizioni fisiche di Pierluigi Bersani augurandosi solo che tutto vada per il meglio.

Di Francesca Ferrandi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami