Home » Società » Attualità » Le aspettative per il 2009 degli italiani

Le aspettative per il 2009 degli italiani

Sicuramente con la crisi economica che l’Italia, e non solo, sta attraversando è facile immaginare cosa ci aspettiamo dal nuovo anno.

Le aspettative per il 2009 degli italiani

Le possibilità di risparmio delle famiglie italiane sono ridotte al lumicino per le numerose, e sempre maggiori, difficoltà di far quadrare il bilancio con gli stipendi. Per chi può permetterselo, investire i propri risparmi è sempre più un’utopia per via della diffidenza, ormai diffusa, negli strumenti finanziari, dovuti ai numerosi fallimenti tipo Parmalat o Bond argentini, anche tra quelli più sicuri. Unico investimento che non conosce crisi è quello del mattone, nel quale gli italiani cercano di rifugiarsi sempre più in prospettiva futura.

 

Investimento denaro casa


Questo scenario, certamente non positivo, è confermato dai numeri da una recente indagine fatta su un campione di connazionali. Il 48% degli italiani dichiara che nel corso dell’ultimo anno ha dato fondo ai propri redditi per tirare avanti, contro il solo 34% che è riuscito, invece, a risparmiare qualcosa. Quasi 2 famiglie su 10 sono in disagio economico e sono state costrette a mettere mani ai propri risparmi accumulati, oppure a chiedere un prestito.

Le previsioni per il futuro sono ancor più pessimistiche. Solo il 15% degli intervistati pensano di riuscire a risparmiare qualcosa in più nel corso del 2009, mentre il 44% delle famiglie italiane affermano esattamente l’opposto. Comunque, in generale, più del 70% è in qualche modo pessimista sul futuro, soprattutto verso le generazioni più giovani, le quali non hanno certo un buon rapporto col denaro, inteso come risparmio.


risparmio

 

Leggendo questi dati si deduce che il popolo italiano, guardando il futuro, è sulla difensiva. Messi di fronte all’ipotesi di un maggiore consumo per favorire la ripresa economica o risparmiare per avere qualche certezza in più, la maggioranza di noi è incline a non spendere, a risparmiare, anche se questo comporta una più difficile e lenta ripresa dalla crisi.

La frenata dei consumi si ripercuote inevitabilmente sul mondo del lavoro. Con le produzioni industriali rallentate molte aziende, grandi o medie che siano, sono costrette a ricorrere alla cassa integrazione e le piccole aziende prive di ammortizzatori sociali ricorrono al licenziamento del personale in esubero, se non, addirittura, a chiudere. Ecco che anche il lavoro per gli italiani diventa una speranza per il futuro. Perché in queste circostanze, per le famiglie coinvolte, diventa estremamente difficoltoso tirare avanti.

 

Bandiera Italia


Con questa prospettiva attuale, le aspettative per il 2009 degli italiani sono molto condizionate, mettendo tutto il resto in secondo piano.

Ci sono alcune cose che gli italiani, comunque, sperano che in futuro possano essere migliorate: come ad esempio la sicurezza, la sanità e la scuola.


L’abbassamento del costo del petrolio, e di conseguenza del prezzo di alcune materie prime e delle bollette, riesce a dare un segnale di fiducia ed accendere la miccia per la ripresa economica. Questo è il secondo grande desiderio di aspettativa del nuovo anno per gli italiani.


Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami