Home » Società » Attualità » PortiAMOli con noi, diciamo no all'abbandono degli animali!

PortiAMOli con noi, diciamo no all'abbandono degli animali!

Campagna di prevenzione contro l'abbandono degli animali domestici

PortiAMOli con noi, diciamo no all'abbandono degli animali!

Che bello avere un animale come amico! Ma poi, quando si parte per le vacanze estive, dove si mette? PortiAMOli con noi! Questa è un'incitazione a non abbandonare il proprio compagno peloso, nemmeno d'estate, e anche il nome di una nuova campagna sociale. Partita il 30 maggio scorso e sostenuta dall'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Milano, Finovi (Federazione Nazionale Ordine Veterinari Italiani), Regione Lombardia, Provincia di Milano e altre associazioni di settore, questa iniziativa è la prima del suo genere. PortiAMOli con noi ha la finalità di sensibilizzare le persone per prevenire l'abbandono degli animali e far comprendere quanto questa azione possa danneggiare sotto diversi punti di vista. Cerchiamo di capire meglio.


Le conseguenze dell'abbandono animale
Scegliere di allargare la propria famiglia e prendersi cura di un animale domestico non è cosa da prendere alla leggera: ci vuole impegno, costanza, a volte qualche sacrificio o rinuncia. Però la gioia e l'affetto che i nostri amici a quattro zampe possono regalarci è davvero incalcolabile.
Il problema di avere in casa un animale di affezione, però, si esplicita in modo lampante in occasione delle vacanze estive. Potete informarvi su una Bau Beach presso cui passare le ferie insieme, ma se non si può portare con sé Fido e Fufi, bisogna cercare qualcuno che li curi, oppure portarli in un canile o gattile che se ne occupi in nostra assenza.
Purtroppo non tutti i padroni di quattrozampe si dimostra coscienziosa e, quello che prima era il “giocattolo” preferito, diventa ora un impiccio di cui liberarsi. La soluzione? L'abbandono! Vengono i brividi al solo pensiero che si possa arrivare ad un'azione talmente spregievole, ma purtroppo succede! Ricordiamo che l'abbandono animale è un reato, regolato dall'art. 727 del Codice Penale, punibile con l'arresto fino ad 1 anno o con un'ammenda monetaria che va dai 1.000 ai 10.000 euro.
I problemi dell'abbandono sono molti, in primis la reazione dell'animale, che si trova improvvisamente ed incomprensibilmente lasciato solo dalla famiglia che fino al giorno prima lo accudiva e lo nutriva. Questo vero e proprio trauma è difficilmente recuperabile dagli animali, che spesso continueranno a presentare disturbi comportamentali e problemi, anche se avranno la fortuna di essere adottati da una nuova famiglia.
Inoltre, se un cane o un gatto viene abbandonato per la strada, è facile che diventi un randagio: è ovvio che il randagismo è un problema anche a livello sanitario, poiché questi animali, lasciati a loro stessi, possono loro malgrado essere portatori e diffusori di malattie virali, pericolose anche per l'uomo.
Per tamponare queste conseguenze, sono molti i soldi pubblici spesi per finanziare centri di accoglienza per animali abbandonati, canili, gattili e strutture idonee alla loro cura e sostentamento. Così come dev'essere massiccio l'intervento sanitario per evitare la diffusione di malattie. Spesso non ci si pensa, ma questi investimenti sono frutto di denaro pubblico, dei contribuenti, cioè di noi tutti che paghiamo le tasse.

Per questi motivi, per la salute dell'animale e per la salute pubblica, è nata la campagna sociale PortiAMOli con noi. Ecco lo spot promozionale contro l'abbandono, “Gli animali non sono rifiuti”:



Uniamoci ai veterinari contro l'abbandono degli animali d'affezione! Valutiamo bene prima di accogliere un amico peloso in casa, dobbiamo essere sicuri di poter realmente prendercene cura.

Di Ilaria © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami