Home » Società » Attualità » 11 settembre, 18 anni dopo

11 settembre, 18 anni dopo

L'11 settembre di 18 anni fa, 19 terroristi di Al Qaeda dirottarono 4 aerei usandoli come missili per attaccare il cuore degli Stati Uniti. Sono trascorsi 18 anni ma la ferita è ancora aperta

11 settembre, 18 anni dopo

Erano le 8:46 quando il primo aereo partito da Boston in direzione di Los Angeles venne dirottato per abbattersi contro la torre Nord del World Trade Center. Alle 9:03 il secondo aereo entrò nella torre Sud, alle 9:37 un terzo aereo colpì il Pentagono. La torre Sud collassò su se stessa alle 9:59 e alle 10:03 il volo United 93 si schiantò a Shanksville, Pennsylvania, mentre i passeggeri cercavano di riprenderne il controllo. Alle 10:28 fu la volta della torre Nord, crollata in una nuvola di polvere che avvolse Manhattan.

Quello che i libri di storia riportano come l'attentato alle Torri Gemelle di New York è stato il peggior attacco contro l'America dopo Pearl Harbor, il più grave della storia contemporanea. A diciotto anni di distanza, come verrà ricordato questo terribile episodio?

 

Le vittime aumentano

Nonostante le avanzate tecnologie e al test del DNA, restano ancora senza nome il 40% delle persone scomparse negli attacchi. Il lavoro però va avanti senza sosta per analizzare le miriadi di frammenti rinvenuti tra le macerie di Ground Zero. Lo scorso giugno è stata identificata la vittima 1.643: un uomo, il cui nome però non è stato ancora diffuso dalle autorità, il cui riconoscimento è stato possibile tramite test condotti su resti rinvenuti nel 2013, dodici anni dopo il crollo delle Torri. 

 

Celebrazioni

Nell'area del World Trade Center verranno osservati sei momenti di silenzio, in concomitanza con i principali episodi che caratterizzarono quella giornata drammatica, mentre i familiari delle vittime procederanno alla lettura dei nomi di chi, quel giorno, perse la vita. In particolare, quest'anno, sei monoliti ricorderanno le forze dell'ordine che si cimentarono nei soccorsi mentre per ricordare il sacrificio degli oltre 300 pompieri presso la sede dei vigili del fuoco di New York, si terrà una una mostra sulla sicurezza antincendio per bambini, con simulazione di incendi e vendita di una speciale maglietta. Per le 38 vittime italiane, e per le centinaia gli americani di origini italiane, invece, alle 18 (ora locale, 24 ora italiana) è stata organizzata una cerimonia ufficiale presso il Consolato Generale d'Italia a Park Avenue, a Manhattan.

 

Il sostegno del governo

Lo scorso 29 luglio il presidente Donald Trump ha firmato la legge Never Forget the Heroes confermando l'estensione dei fondi a disposizione delle vittime fino al 2090. Stanziando oltre dieci miliardi di dollari, il governo americano riuscirà in pratica a coprire le necessità dei soccorritori ancora in vita per il resto della propria esistenza.

 

Children of 9/11
SI chiamano così i cento bambini  nati nelle ore o nei giorni seguenti il crollo delle Torri Gemelle. Come Allison Lee, venuta alla luce due giorni dopo, il 13 settembre: suo padre Daniel era sul volo dell'American Airlines che doveva andare da Boston a Los Angeles, ma si schiantò su una delle torri alle 8,45. Daniel stava tornando a casa per stare vicino alla moglie in attesa del parto.

L'italiana sopravvissuta

Il suo nome è Martina Gasperotti ed è un'igienista dentale di Reggio Emilia. Lei era proprio lì, quel giorno. Era in attesa dell'ascensore che l'avrebbe dovuta portare al piano 107.

«Quel giorno avrei iniziato le lezioni all’Università e avevo in mente di festeggiare regalandomi una cena al ‘Windows of the World’. Ma quella cena non l’ho mai fatta», ha dichiarato a un'agenzia stampa. «Più ci penso e più mi rendo conto di quanto io sia stata fortunata: lo dico sempre, quella mattina ho vinto al superenalotto. Se penso che quando l’aereo si è schiantato io stavo per salire all’ultimo piano… Di quel giorno ricordo perfettamente il colore azzurrissimo del cielo e i fogli bianchi che volavano da ogni parte, quando all’improvviso ho visto lo schianto del secondo aereo, un rumore fortissimo e un’ondata di calore che mi è arrivata addosso. Poi un’immagine atroce che dopo quasi vent’anni ho ancora negli occhi: centinaia di corpi che cadono dall’alto, sopra la mia testa e si schiantano a terra, un rumore sordo, più impressionante di tutto, persino del sangue che era ovunque».

 

Anche l'Italia ricorda l'11 settembre

Come ogni anno, anche per questo 18mo anniversario, numerosi sono gli eventi organizzati dalle amministrazioni locali per ricordare questa tragedia della storia. A Padova, Già 18 anni, ma è come se fosse ieri: a Padova la commemorazione dell'11 settembre
presso Già 18 anni, ma è come se fosse ieri: a Padova la commemorazione dell'11 settembre
i Giardini delle Porte Contarine, dopo Già 18 anni, ma è come se fosse ieri: a Padova la commemorazione dell'11 settembre
il momento degli onori ai Caduti e la deposizione delle corone di alloro sono
in programma
 
momenti musicali a cura della Fanfara della Civica Orchestra di Fiati; a Stresa, appuntamento alle ore 17:30 con ritrovo presso la sede del Municipio di Piazza Matteotti e formazione del corteo; a Castiglion Fiorentino alle ore 18:30 presso il Monumento, progettato dagli studenti della "Texas A&M University" a perenne memoria della tragedia, deposizione mazzo di fiori, saluto di un rappresentante degli studenti americani del "Santa Chiara Study Center", e interventi delle Autorità.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami