Home » Sesso » Sessualità » I luoghi dove fare l'amore

I luoghi dove fare l'amore

Abitudini… fantasie… bisogni o necessità… La scelta del luogo dove fare l’amore è messa in moto da molti fattori. Breve guida per scoprire come siete in base a dove lo fate e per scegliere tra le alcove quella più giusta per voi

I luoghi dove fare l'amore

Nella scelta del posto dove fare l’amore entrano in gioco molti elementi. Dalle fantasie sessuali alle necessità contingenti. A volte ci si mette in situazioni difficili da cui poi districarsi ed è quindi sempre meglio sapere bene cosa ci piace davvero e cosa siamo in grado di sopportare. Il “famolo strano” è per molti di noi anche un modo per ravvivare un rapporto ormai scadente, ma non ci sono regole ferree da seguire e nessun segreto per l’amore eterno. Il consiglio è quello di scatenare la propria passione e il proprio desiderio ogni qualvolta si è con il partner oppure quando il desiderio è irrefrenabile.

Quali posti?
Per orientarsi, ecco una guida ai luoghi dell’amore, dai più strani al più classico (e da rivalutare) letto.

L’automobile
Rimane uno dei classici luoghi per l’amore, uno dei posti prediletti per appartarsi, scelto sia dai più giovani, che da coloro che per necessità lo “fanno in macchina”. È il luogo adatto per i nostalgici che si ricordano di quando erano giovani, per i fisici atletici e con buona flessibilità, ai baciatori appassionati (quanto è bello il bacio lungo, in macchina, di notte, prima di salutarsi), ma è anche quello degli amanti clandestini, che hanno poco tempo e non sanno dove andare.


Credits: Foto di @Pexels |  Pixabay L’albergo
Quando si dice motel si pensa al sesso, perché spesso in Italia è il classico luogo degli amanti, dei clandestini e di tutti coloro che hanno qualcosa da nascondere (transessuali compresi). Il motel è quindi un luogo comodo dove farsi i fatti propri, tutelati dalla privacy assoluta degli ingressi sull’esterno della camera e il parcheggio davanti all’uscio.
Ma non è un posto per tutti, c’è chi si intristisce o si sente a disagio o schifato a frequentare letti che ne hanno viste di tutti i colori.
Come sempre, dipende dai casi: ciò che ad alcuni disgusta... stuzzica altri.
Può essere un gioco erotico usato da coppie un po’ spente, o da coloro che a casa hanno tanti figli e nonni e non riescono più ad avere un momento di intimità.


La natura
La campagna fiorita, i giardini vicino a casa, la spiaggia con la luna piena.
Fare l’amore all’aria aperta ha un certo non so che, come sanno quelli che sfidano le insidie di questa scelta.
La preferenza per questi luoghi ha un duplice significato: da una parte c’è il lato romantico, prati, cieli stellati, fiori e spiagge. Dall’altra il gusto dell’esibizionismo. Stare mezzi nudi e abbracciati dietro a una pianta, presuppone il rischio che qualcuno ci veda. E questo rende tutto ancora più eccitante.


Credits: Foto di @rottonara | Pixabay
Il letto

Alla faccia di coloro che pensano che il letto sia un posto per tradizionalisti, possiamo azzardare che la palestra ideale è il comodo e vecchio letto, che permette di spaziare con fantasia, creatività e immaginazione.
Il letto è un luogo fuori dal tempo e dalla realtà. Un vascello per salpare alla volta di isole inesplorate. Un recinto privato. Altro che routine… insomma non è il luogo che fa la differenza, anche perché se un uomo tipo bradipo esce dal letto non necessariamente scatena la sua mascolinità.
Tra l’altro, non è assolutamente detto che la vita sessuale è piatta e monotona se non si è mai provato un amplesso in ascensore. Certo può essere divertente, ma è un gioco. Il letto quindi c’entra poco… perché è la testa che conta. Magari convincendosi che la vera rivoluzione è nella normalità.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO



Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami