Home » Sesso » Sessualità » Eiaculazione ritardata: quando l'uomo è troppo lento

Eiaculazione ritardata: quando l'uomo è troppo lento

Non c'è un tempo giusto per l'amore, l'importante è che sia gratificante per entrambi; se è vero che un rapporto mordi e fuggi il più delle volte non fa raggiungere il piacere a lei, è anche vero che alla maggior parte delle donne il sesso che si protrae per ore finisce per dare noia

Eiaculazione ritardata: quando l'uomo è troppo lento

L'eiaculazione ritardata è l'esatto opposto dell'eiaculazione precoce, ed è la disfunzione sessuale caratterizzata dalla difficoltà o dalla totale incapacità, da parte dell'uomo, di raggiungere l'orgasmo e quindi l' eiaculazione, nonostante la presenza di desiderio sessuale, la funzionale capacità erettiva e la voglia di abbandonarsi completamente al piacere.
Ma allora perché ci sono uomini che non riescono a raggiungere l'orgasmo, o sono troppo lenti ad eiaculare?

Cause psicologiche o fisiche?
Le cause che portano un uomo a soffrire di eiaculazione ritardata possono essere varie e dipendere da aspetti psicologici o fisici. Per prima cosa bisogna capire se il disturbo è comparso sin dalle prime esperienze amorose o si è sviluppato successivamente, se si manifesta solo in alcune situazione o in qualunque atto sessuale (rapporti orali, masturbazione, penetrazione) e se è occasionale o avviene in ogni rapporto.
Solitamente quando si verifica da sempre e in qualunque situazione ha cause organiche: endocrinologiche, neurologiche, chirurgico-organiche o farmacologiche.

Capita perché....

  • C'è una componente ansiosa
    Alla base dell'eiaculazione ritardata ci può essere un'ansia molto forte che impedisce all'uomo di concentrarsi sulle proprie sensazioni e inibisce il piacere, pensato come possibilità di lasciarsi andare appieno al momento.
  • Si è preoccupati delle prestazione
    Se l'uomo si concentra troppo sulla performance, allontanandosi cosi' dalle sensazioni fisiche, la prestazione diviene un'ossessione e quindi sarà difficile raggiungere il piacere.
  • Può essere una vendetta "inconscia"
    Quando un uomo fatica a raggiungere l'orgasmo, può dipendere anche da una rabbia inconscia e repressa nei confronti delle donne, per cui il non concedersi è un atto punitivo verso chi non lo merita; oppure può essere la manifestazione di risentimenti inespressi della coppia.

Può dipendere da alcune paure
In molti casi l'eiaculazione ritardata ha a che fare con paure e timori inconsci:

  • Del legame
    Si può avere il timore a scoprirsi e legarsi, ad aprirsi con l'altro, condividere emozioni e a manifestare l'affettività. La relazione viene vista come una minaccia e dare e concedere una parte di sé viene visto come pericoloso.
  • Della sessualità
    Talvolta alla base ci sono insicurezze o inibizioni che nei momenti di intimità prendono il sopravvento, causando dei blocchi. Tuttavia anche un'educazione sessuale troppo rigida e l'idea del sesso come sporco possono creare questo disturbo.
  • Di diventare padre
    Se l'eiaculazione ritardata si presenta quando c'è il progetto di fare un figlio può nascondere la paura di diventare padri o la non reale volontà al concepimento, per cui è il modo più efficace e meno conflittuale con affermare la propria posizione.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami