Home » Sesso » Problemi / Curiosità » Dieta mediterranea per disturbi erettili

Dieta mediterranea per disturbi erettili

Gli andrologi italiani, l’ultima settimana di marzo, hanno lanciato una campagna preventiva per far conoscere agli uomini i vari disturbi maschili. Tra le informazioni che sono state date, una in particolare riguarda il cibo e il sesso: “Dimmi come mangi e ti dirò come fai l’amore”.

Dieta mediterranea per disturbi erettili

Che il cibo fosse legato al sesso è una associazione conosciuta da molto tempo, soprattutto da un punto di vista psicologico; ma che un’alimentazione corretta a base di dieta mediterranea, potesse aiutare a migliorare le prestazione e a far durare fino a tarda età l’attività sessuale, è un nuovo dato.

Credits: Foto di @danatentis | Pixabay I meccanismi
Il cibo è un elemento chiave per la salute, insieme ad uno stile di vita sano; esiste uno stretto rapporto tra disfunzioni sessuali, problemi cardiovascolari e obesità, perché la molecola che innesca l’erezione viene prodotta dalle cellule che rivestono le arterie dei corpi cavernosi del pene, chiamate cellule endoteliali. Queste cellule svolgono un ruolo fondamentale nell’erezione e quindi nel sesso perché producono l’ossido nitrico che rilasciato durante l’eccitazione determina l’arrivo di sangue al pene e la rigidità che consente la penetrazione.
È importante sapere questo meccanismo, perché il deposito del grasso sulle cellule endoteliali che rivestono le arterie del pene, impedisce di secernere l’ossido nitrico e quindi l’erezione risulta difficile.

L’alimentazione
Per combattere il grasso bisogna adottare una dieta mediterranea fatta di verdura, frutta e pochi grassi. Oltre a fare bene al cuore inteso come muscolo che pompa sangue a tutto l’organismo, è benefica anche per il pene che risponde più rapidamente e con più vigore. Questa dieta poi, aiuta a combattere l’obesità, altro nemico della sessualità, perché riduce i livelli di testosterone, il principale ormone maschile alla base di importanti funzioni metaboliche. Nelle cellule adipose, infatti, avviene la trasformazione del testosterone in un ormone femminile, l’estrogeno. Tante più cellule adipose ci sono e tanto più testosterone viene trasformato in estrogeno.
L'alimentazione, quindi, è un elemento chiave per la salute insieme a uno stile di vita sano. Una dieta troppo ricca di carboidrati, ad esempio, può provocare una risposta insulinica anomala che ha come conseguenza il calo del testosterone.
Preferire alimenti freschi, ricchi di ossidanti, ridurre al minimo il consumo di grassi animali, invece, mantiene sano il sistema circolatorio e di conseguenza efficiente il sistema vascolare penieno, importante per un'erezione valida.
Seguire la dieta mediterranea ha effetti positivi sulla sfera sessuale con aumento del testosterone, controllo del colesterolo e aumento dell'attività antiossidante. Sul fronte degli effetti indiretti, variare la propria alimentazione e seguire i suggerimenti della piramide alimentare, consente di tenere sotto controllo il peso corporeo con chiari vantaggi per la salute generale e sessuale.

Credits: Foto di @cattalin | Pixabay | Conclusioni
Queste ricerche hanno sottolineato l’importanza di tenere sotto controllo i fattori di rischio vascolari per una buona sessualità con dieta mediterranea, attività fisica, controllo della pressione, riduzione del colesterolo e dei trigliceridi e l’abolizione del fumo.
Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.andrologiaitaliana.it

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI
<ARTICOLO PRECEDENTE Pidocchi di Alessandra Mallarino
ARTICOLO SUCCESSIVO> Anemia di Alessandra Mallarino

LASCIA UN COMMENTO



Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami