Home » Sesso » Problemi / Curiosità » Calo del desiderio femminile

Calo del desiderio femminile

La scarsità o l’assenza di desiderio, associate sia alla mancanza di pensieri e fantasie sia alla perdita di risposte ai vari stimoli nell’ambiente erotico, è la più diffusa tra le disfunzioni sessuali della donna.

Mente nell’uomo il calo del desiderio e le disfunzioni sessuali sono piuttosto visibili, nelle donne il disturbo non è altrettanto evidente, ma questo non significa non ci sia.

La sessualità femminile è complessa e presenta molte sfaccettature, per esempio, non è semplice dare una definizione e una misura del disturbo da desiderio sessuale ipoattivo. Secondo il manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, DSM IV, consiste nella mancanza di fantasie sessuali e di desiderio di attività sessuale persistente o ricorrente, nell'evitare volontariamente il contatto genitale con un partner. Durante i rapporti sessuali le donne incontrano anche un disturbo dell'eccitazione con incapacità di raggiungere o di mantenere un'adeguata risposta agli stimoli attraverso la lubrificazione e la tumescenza durante il rapporto. Misurare l’entità del disturbo però è tutt’altro che semplice, in quanto, dicono gli esperti, non esiste una frequenza standard dei rapporti sessuali o comportamenti che si possono definire nella norma.

Basi biologiche e patologiche
Nella donna le basi biologiche del desiderio sono da ricercare nei due ormoni: androgeni e estrogeni, e quando uno dei due o entrambi vengono a mancare o diminuiscono la donna può avere un brusco calo della libido. La menopausa chirurgica, il climaterio dovuto all’età, e l’uso di alcuni farmaci ormonali sono la causa di questo problema. Tuttavia molto spesso il motivo correlato al calo del desiderio, è da ricercare anche in alcune condizioni patologiche come la depressione, l’ipertensione e le disfunzioni tiroidee e i farmaci assunti per curarle, possono avere un impatto negativo sulla sessualità della donna.
Calo della libido nella donna
Altre motivazioni
La nascita di un figlio, i conflitti con il partner, la monotonia coniugale, l’attaccamento fraterno al compagno e lo stress lavorativo e famigliare sono tutti elementi che possono contribuire a spegnere il desiderio.

Le cure
Da qualche tempo c’è una cura farmacologica da concordare con il proprio medico di fiducia che ha lo scopo di ripristinare le basi neurochimiche e endocrine della libido femminile. Vengono usati ormoni estrogeni, progestinici e androgeni che non sempre però danno risultati soddisfacenti. Quando, come spesso accade, la scarsità o l’assenza di desiderio coinvolge anche l’autostima e la relazione con il partner, è opportuno associare alla terapia farmacologica degli incontri individuali o di coppia con uno psicosessuologo.
Gel Play O
Un gel per aumentare il desiderio
Da pochi mesi in Italia è possibile trovare un gel lubrificante della Durex, Play O, che grazie alla sua formula aumenta, favorisce e intensifica il piacere femminile. I suoi componenti permettono l’aumento dell’afflusso di sangue al clitoride, aumentando così la sensazione di piacere. Il gel va applicato nella parte esterna della vagina e dopo poco tempo si avverte una sensazione di caldo. Non causa irritazioni e può essere usato quante volte si vuole, sia durante i preliminari che durante il rapporto. Contiene L- Arginino che intensifica le sensazioni create dagli ingredienti Multisensate & Coolact P che aiutano a raggiungere più facilmente l’orgasmo.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

3 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da stallonesardo
     

    mia moglie non hà più voglia di fare l'amore ,il sesso non hà più nessuna importanza per lei hà57 anni io 59 e vorrei fare sesso 2:3 volte al giorno ma non è possibile allora cosa mi consigliate?lei hà piccole escoriazioni sul la vagina e hà sempre male non soporta il contatto dopo 10 15 minuti hà subito male che potrei fare?

  2. Inviato da biancafracas  »  stallonesardo
     

    Forse é il caso che sua moglie chieda consiglio al ginecologo e se non fosse un problema ginecologico, ad un sessuologo

  3. Inviato da alexandro78
     

    Salve, mia moglie di 33 anni (io di 38), dopo il parto (7 anni fa) ha avuto una costante diminuzione del desiderio sessuale alternato a momenti di ripresa, ma nell'ultimo anno ci siamo ridotti a fare l'amore ogni 2/3 o 4 mesi.
    Quando si fa sesso però é molto attiva e passionale.
    Ne abbiamo parlato e lei dice di non avere piu dediderio sessuale,di non mettere piu importanza al sesso .
    Si vede che visibilmente é condizionata da questa situazione, ma allo stesso tempo non sa come fare.
    Non abbiamo problemi di nessun tipo (a parte questo). Cosa consiglia do fare? Come procediamo?

LASCIA UN COMMENTO


Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami