Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

I sintomi dell'endometriosi: una patologia difficile da diagnosticare

L'endometriosi è una patologia che può colpire diversi organi del corpo, soprattutto quelli della cavità addominale, in particolare ovaie, tube, ileo, retto, colon e vescica. I sintomi perciò variano a seconda della zona colpita; in alcuni casi sono lievi, mentre in altri invalidanti
  Di Bianca Fracas - PsicoSessuologa

Le cause dell'endometriosi sono ancora per lo più ignote, ma oggetto di diverse ipotesi. Tra queste vi è l'idea che frammenti di endometrio che si disperdono durante la mestruazione, non verrebbero espulsi, come di norma, per via vaginale, ma risalirebbero lungo le tube di Falloppio e raggiungerebbero la cavità pelvica, dove si fisserebbero su altri organi. In casi rari, alcuni frammenti si troverebbero in zone più remote, persino su organi come reni o polmoni, ai quali pervengono forse attraverso il sistema circolatorio o linfatico.

Questa patologia colpisce soprattutto donne in età riproduttiva, per lo più tra i 30 e i 45 anni.
I sintomi dell'endometriosi possono essere lievi o gravi, ma la presenza di manifestazioni gravi non indica necessariamente una patologia grave, cosi' come l'endometriosi grave può essere del tutto asintomatica o manifestarsi con sintomi lievi.

Quando potrebbe trattarsi di endometriosi
I disturbi dell'endometriosi variano a seconda degli organi interessati; talvolta il sangue prodotto dai frammenti endometriali forma delle cisti che possono esplodere e liberando il proprio contenuto, provocano un dolore intenso.
In rari casi, se sono interessati la vescica o il retto, vi è presenza di sangue nelle urine o nelle feci.
L'esordio di questa patologia è un forte dolore mestruale che interferisce con le attività quotidiane; con il tempo poi il dolore si presenta anche in altri momenti del mese come durante l'ovulazione.
Dal dolore mestruale, si passa poi anche a quello pelvico che con il tempo diventa cronico.
Anche l'attività sessuale ne risente, impedendo la penetrazione e rendendola molto dolorosa, con conseguente sanguinamento post coitale.
Infine, spesso, molte donne con questa patologia hanno anche problemi di infertilità.

Riassumendo, i principali sintomi dell'endometriosi sono:


Diagnosi tempestiva

Purtroppo sono molti i medici che sottovalutano le varie manifestazioni sintomatiche dell'endometriosi, e questo fa spesso ritardare la diagnosi e le successive cure.
È molto importante, quindi, in presenza di questi disturbi recarsi da un bravo medico ginecologo che con una visita accurata può individuare la patologia e procedere con i trattamenti curativi.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa