Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Botulino verde

Una pillola verde al posto delle punture di botulino: funzionerà contro le rughe?
  Di Alessandra Mallarino

Dalla narrativa più bella e classica fino ai film contemporanei ci arriva uno dei desideri più antichi dell'uomo, quello di non invecchiare mai! Basti pensare al bellissimo e introspettivo Ritratto di Dorian Grey di Oscar Wilde o a film in cui le attrici combattono a suon di creme e intrugli magici per ringiovanire e contrastare le prime rughe, come nel divertente film La morte ti fa bella, del regista Robert Zemeckis.

Vecchi consigli e riflessioni filosofiche come “panta rei” si contrappongono oggi più che mai a chi, invece di lasciar scorrere la vita con tutte le sue peculiarità e suoi cicli, cerca ostinatamente di contrastarla e di ostacolarne il normale flusso. Soprattutto combattendo tra il classico botulino e le ultime alternative “verdi” che riecheggiano dal web!

Quando la giovinezza si cerca e si “paga”, qualsiasi sia il costo si può incorrere in facili truffe, rappresentate da creme presentate come dalle capacità miracolose, capaci di spianare qualsiasi ruga o cancellare il più piccolo inestetismo. Ma sarà tutto vero, ci potremo fidare di claim poco salutistici ma molto commerciali?

Botox verde
Fiale con tossina botulinica
E' il caso delle fiale contenenti la tossina botulinica con un prezzo medio dai 300 fino a 600 euro.
Come mai sul web si trovano anche per soli 50 euro?
La differenza, è bene dire subito, può essere legata alla mancata certificazione, che invece in queste tipologie di prodotti è obbligatoria. Oppure possono essere prodotti scaduti o che arrivano da Paesi lontani, in cui non esistono forme rigide di controllo sia livello igienico sia più specificatamente medico.


Botulino verde
Di cosa si tratta esattamente? Per chi al posto del classico botulino vuole scegliere un'alternativa green, ecco una pillola verde, che ridurrebbe le rughe esistenti del 10%, prevenendo le cosiddette zampe di gallina e mantenendo giovane la pelle. In più, stimolerebbe il corpo a produrre più collagene, la proteina contenuta nel tessuto connettivo, capace di migliorare l’aspetto e la salute della pelle.
La pillola è stata testata su 166 donne con un’età media di 61 anni, in uno studio finanziato dalla Unilever e pubblicato sulla rivista International Journal of Cosmetic Science.
Il periodo di test è durato 14 settimane, al termine delle quali si è scoperto che nelle partecipanti che avevano assunto il “botulino verde” le rughe si erano ridotte in media del 10% e il corpo aveva iniziato a produrre più collagene, rispetto alle partecipanti che avevano ricevuto il medicinale placebo.
Sarà vero oppure si tratterà dell'ennesima truffa ai danni dei consumatori, che come spesso accade rientra poi nella categoria dei prodotti immessi sul mercato senza troppe precauzioni e che, secondo l'Associazione medici ad indirizzo estetico, potrebbe arrecare seri danni alla salute? Vedremo nel tempo le evoluzioni di questa vicenda.

Botox verde
Sicurezza
Cosa è necessario fare per procedere in quello che sembra un campo minato? Se si è scelto di contrastare gli effetti del tempo invece che accettarli, è necessario però prendere degli accorgimenti. Ad esempio si può partire dalla semplice ginnastica facciale!
Se invece si ricorre a farmaci e/o cosmetici, prima di tutto rivolgersi ad un professionista accreditato e con esperienza nel settore, chiedere la certificazioni dei prodotti impiegati, la loro origine, scegliere le tecniche meno invasive. E' inoltre importante avere un occhio attento alle tariffe applicate, che siano in linea con la media e non troppo basse.
Ricordarsi che prima di qualsiasi terapia è necessaria una diagnosi; questa non sarà mai possibile se si acquista un prodotto “scatola chiusa” sul web, dove viene a mancare la conoscenza diretta con il paziente/cliente!

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa