Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Meccanismi di difesa per essere sereni

Quando la nostra psiche si attiva per difenderci dal dolore, dall'ansia e dal malessere.
  Di Bianca Fracas - PsicoSessuologa

La fine di un'amore, il tradimento di un amico, un fallimento lavorativo e qualunque evento traumatico provocano nelle persone stati d'ansia talvolta molto profondi. E spesso quando il dolore ci colpisce le difese psichiche scattano, attraverso i meccanismi che l'Io mette in atto per difenderci dal dolore e aiutarci ad affrontare la realtà. Questo è un bene, a patto che l'autoprotezione non sia eccessiva e perciò è importante conoscere bene i meccanismi psichici per poter intervenire subito.

La nostra mente e le sue strategie
I meccanismi di difesa che le persone usano, in modo inconscio, per affrontare ansia e dolore e sopravvivere, sono molti. Si distinguono in forme primitive, tipiche dei bambini e delle persone con disturbi di personalità o che stanno vivendo una situazione molto dolorosa, e forme secondarie, che si ritrovano invece negli adulti.


Credits: Foto di @Convegni_Ancisa | Pixabay
I meccanismi primitivi

I meccanismi secondari


Credits: Foto di @Greyerbaby | Pixabay
Imparare a gestire le emozioni
I meccanismi di difesa sono processi psichici inconsci, spesso seguiti da una risposta di tipo comportamentale che ognuno di noi mette in atto più o meno automaticamente per affrontare le situazioni stressanti. Il meccanismo di difesa entra in azione di fronte ad una situazione che genera un'angoscia eccessiva, con lo scopo principale di escludere dalla coscienza ciò che riteniamo pericoloso o inaccettabile per noi stessi.
L'importante però è che questi meccanismi non degenerino in vere e proprie fobie, come evitare qualunque contatto con estranei perché ritenuti pericolosi, oppure in ossessioni o distacchi dalla realtà che portano alla creazione di mondi fantastici in cui la mente trova rifugio.
È fondamentale non reprimere sentimenti e pulsioni perché spesso riemergono sotto altre forme come le malattie psicosomatiche. Bisogna sempre affrontare i problemi, senza nascondersi, accettando le emozioni e imparando a verbalizzare e raccontare gli stati d'animo. La psicoterapia può essere la strada più efficace, a condizione che non si intervenga troppo tardi.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa