Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Curiosity è atterrato su Marte

Il nuovo dispositivo robottizzato per analisi chiamato Curiosity è atterrato su Marte, inizierà a fornire informazioni sul pianeta rosso e magari a risolvere il mistero di vita al di fuori della Terra.
  Di Sara

Spazio...ultima frontiera.
Per gli appassionati è una delle citazioni più usate da Star Trek, film e telefilm che hanno fatto un'epoca ma che rispecchiano il desiderio di vedere che cosa c'è nell'universo.
La curiosità dell'uomo di sapere se non siamo soli.
E il 6 Agosto, si è aperta una nuova pagina nell'era spaziale grazie all'atterraggio su Marte, il 'pianeta rosso' di Curiosity, il nuovo 'rover' della NASA, magari definito più comunemente 'robottino' che è partito 8 mesi fa circa per andare ad intraprendere una nuova missione spaziale che durerà circa due anni terrestri, un anno marziano, e cercherà di raccogliere ancora nuove informazioni grazie alla possibilità di analizzare, testare e verificare con strumenti scientifici all'avanguardia.

Curiosity su Marte
Alle 7.30 del 6 Agosto alla NASA (l'ente spaziale nazionale) hanno festeggiato perché l'atterraggio tra l'altro in perfetto orario del rover Curiosity è riuscito perfettamente, senza intoppi, senza difficoltà, una operazione che era stata sì provata mille volte, ma solamente con simulazioni al computer. Grande gioia e festa per un progetto che porterà agli scienziati e anche al mondo tutta una nuova serie di informazioni sul pianeta più misterioso del nostro universo da cui è anche derivato il nome di 'marziani', marziani visti in diverse forme grazie alla letteratura e alla cinematografia ma di cui speriamo sempre l'esistenza anche per rispondere all'annosa domanda se la terra è l'unico pianeta con delle forme di vita umane o simil umane.

Curiosity su Marte
Ma vediamo qualche numero: la missione costa 2,5 miliardi di dollari, il razzo ATLAS V è partito il 26 Novembre 2011 ci ha messo poco più di 8 mesi viaggiando a una velocità di 21.000 chilometri l'ora percorrendo circa 560 milioni di chilometri. Marte è ora a 250 milioni di chilometri di distanza dalla Terra, ci sono voluti ben 7 minuti per far atterrare Curiosity, di dimensioni 3 metri per 3 metri e alto 2 metri del peso di 900 chili terrestri che su Marte diventano 350 per la diversa atmosfera. Ha a bordo 75 chili di strumentazione scientifica. Ha delle batterie al plutonio praticamente inesauribili, si spera quindi che prolunghi la sua attività oltre l'anno marziano che è di 668 giorni. Le immagini che noi vediamo hanno un ritardo di trasmissione di ben 14 minuti.

Curiosity su Marte
Diciamo che sono cifre impressionanti e tutto questo fatto con l'obiettivo certamente di capire se ci sono o ci sono state tracce di acqua e di metano che possono significare la presenza di microbi che sono praticamente il principio della vita, ma anche di analizzare ulteriormente il suolo marziano, la sua composizione geologica. Tutte queste informazioni verranno elaborate e studiate dagli scienziati americani che ovviamente fanno di questo nuovo progetto un vanto e una nuova affermazione della superiorità americana rispetto alle altre potenze mondiali (cinesi in testa). Un modo per affermare, dopo il suo traballare con lo smacco dell'11 Settembre, di quanto i connazionali di Obama rimangano un passo avanti agli altri. Indipendentemente dalle rivalse nazionaliste, siamo in attesa di conoscere qualcosa in più di quello che c'è la fuori, del mistero dello spazio, dare delle risposte ad interrogativi che l'uomo si porta dietro da anni.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa