Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

8° settimana di gravidanza

La metà del primo trimestre è passata, i sintomi diventeranno più evidenti e il tuo bambino comincerà ad avere i tratti facciali ben definiti
  Di Dott.ssa Eleonora Di Gangi - Ginecologa

Sei ormai a più della metà del primo trimestre di gravidanza, il tuo bambino continua a crescere e proprio in questa settimana comincerà a oltrepassare la fase di embrione a quella fetale, questo vuol dire che comincia a configurarsi nel bambino il suo aspetto morfologico. Incomincia a ridursi la probabilità di aborto spontaneo anche se questa si riduce in maniera significativa dopo la 12esima settimana.



PER LA MAMMA: COME CAMBIA IL TUO CORPO
Il malessere mattutino comincerà a farsi sentire in maniera più forte e soprattutto il giramento di testa simil-svenimento. Questo perché incomincerà il processo di emo-diluizione, cioè il tuo corpo comincerà a recuperare e a incamerare più acqua possibile per aumentare la quantità di sangue e di plasma nella tua circolazione, processo utile per la circolazione placentare e il nutrimento del tuo bambino. Purtroppo questo processo fisiologico ti darà come sintomo un abbassamento della pressione arteriosa e la sensazione quindi di capogiro.

Il seno continuerà ad aumentare e a darti la sensazione di tensione e di dolore. I capezzoli si faranno di colore più scuro e saranno iper-sensibili, anche solo il loro sfioramento potrebbe procurarti una sensazione molto fastidiosa quasi di dolore.

Il tuo utero è delle dimensioni di un arancia, e nelle donne più magre è possibile notare un piccolo rigonfiamento della pancia. Potresti avvertire lievi dolori al basso ventre tipo il dolore che avverti durante il ciclo mestruale, non ti preoccupare se questo dolore si mantiene lieve senza aumentare nelle giornate successive. Se invece il dolore tende ad aumentare o se è accompagnato da sanguinamento vaginale, è meglio effettuare un controllo dal proprio ginecologo.

Da questo momento in poi se non fai attenzione il tuo peso potrebbe aumentare molto velocemente, ricordati che dovresti aumentare 1kg - 1kg e mezzo al mese, non di più. Per tenerlo sotto controllo ti consigliamo di usare il nostro strumento per il controllo del peso in gravidanza: ti risulterà utile per un tuo personale monitoraggio.
Dato l’aumento uterino, i cambiamenti ormonali e i cambiamenti di spazi all’interno al tuo addome potrebbe essere più fastidiosa la presenza di acidità di stomaco.
%INTERRUZIONE[Il tuo bambino]%
IL TUO BAMBINO A 8 SETTIMANE
Le fasi che l’ovulo umano fecondato attraversa per arrivare, dopo circa 40 settimane, a essere un neonato, fanno parte di un processo continuo e complesso che la scienza, convenzionalmente, suddivide in periodi.
Spartiacque tra la fase embrionale e quella fetale viene considerata l’ottava settimana di gestazione dal momento del concepimento: è il periodo in cui la forma degli arti e delle strutture facciali appare definita e l’embrione assume l’aspetto caratteristico della specie.

Il feto è a questo punto lungo circa 2,5 centimetri ed è in grado di reagire alla stimolazione intorno alla bocca contraendo i muscoli del collo e volgendo lentamente il capo. Questo significa che i muscoli contengono le fibre nervose e che il sistema neurologico inizia a funzionare.

Ottava settimana di gravidanza
Nella foto: embrione di 8 settimane, in basso si distingue chiaramente la testa e la parte scura è il suo cervello in crescita. In questa fase durante l'ecografia si può ascoltare anche il battito del cuoricino che fa circa 165 battiti al minuto (è normale che la frequenza sia così alta).
%INTERRUZIONE[Esami e visite]%
CONTROLLI DA FARE
Se non l’hai ancora fatto è necessario eseguire la prima visita dal tuo ginecologo, questa sarà lunga e approfondita soprattutto perché cercherà di capire attraverso la tua storia medica e quella della tua famiglia, se vi sono fattori di rischio importanti e valutarli per tutto il corso della gravidanza. Inoltre dovrai eseguire esami ematici e delle urine per valutare l’iniziale stato emodinamico per poi confrontarlo con i successivi controlli durante tutta la gravidanza.

Se invece ha già eseguito la prima visita e non vi sono riscontrati problemi, vedrai il tuo ginecologo fra circa 4 settimane, è importante comunque controllare il proprio peso in questa fase della gestazione.
%INTERRUZIONE[Alimentazione e consigli per rimanere in forma]%
DIETA E BENESSERE
Dato che aumenterà l'acidità di stomaco e potresti continuare ad avere nausea ed episodi di vomito, è necessario che tu faccia piccoli pasti e frequenti, non fare pranzi o peggio ancora cene con alto contenuto calorico o di grassi, infatti avrai difficoltà a digerire tutto quello che è cucinato in maniera complessa ed elaborata. Quindi fai pasti leggeri, evita cibi fritti, sughi e condimenti pesanti e tutto quello che potrebbe ridurre ancora di più il tuo processo digestivo. Cerca di andare a dormire almeno un'ora dopo la cena per evitare che dormire supina agevoli il reflusso dallo stomaco.

Bevi tanta acqua almeno, consigliato 1litro e mezzo al giorno e cerca di fare del movimento senza stancarti e senza esagerare, come ad esempio camminate intervallate da momenti di riposo. Ovviamente se ancora non hai smesso di fumare ti consiglio vivamente di farlo dato che il fumo potrebbe alterare la crescita del tuo bambino e fare insorgere altre problematiche gravi.

Non bere bevande gassate che oltre ad agevolare il reflusso gastrico, sono ricche di zuccheri insaturi che potrebbero far alzare notevolmente il tuo peso e alterare il metabolismo del tuo bambino.
%INTERRUZIONE[Consigli]%
I NOSTRI CONSIGLI
Oltre a quello di fare pasti piccoli e frequenti, è utile dormire con un doppio cuscino in modo da non dormire completamente supine e da posizionare più in alto lo stomaco e l’esofago rispetto al resto del corpo, questo ridurrà la probabilità di svegliarti con l'acidità di stomaco.
Comincia a indossare vestiti comodi e larghi sulla pancia, niente jeans stretti o elastici in vita che potrebbero dare compressione sull’utero. Un trucco? Ciò che indossi non deve darti nessun segno di elastico o bottone sulla pancia, se questo invece c’è forse è giunto il momento di mettere via quel capo e fare spazio a indumenti più comodi e meno stretti.
Anche i tacchi molto alti sono pericolosi infatti devi evitare tutte quelle situazioni di pericolo che potrebbero farti cadere o inciampare e procurarti del danno.

7° SETTIMANA DI GRAVIDANZA 9° SETTIMANA DI GRAVIDANZA

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa