Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

5° settimana di gravidanza

Durante la quinta settimana di gravidanza i sintomi diventeranno più evidenti: nausea mattutina e bisogno frequente di fare pipì. Da questa settimana inizia lo sviluppo del sistema nervoso, cuore e apparato scheletrico del tuo bambino
  Di Dott.ssa Eleonora Di Gangi - Ginecologa

Durante la quinta settimana di gestazione i tre foglietti che danno origine all’embrione, cominceranno a svilupparsi e a maturare. Questi fenomeni determineranno la formazione dei tessuti degli organi del tuo bimbo, cioè la nascita di tessuti specifici e la loro precisa disposizione spaziale a formare organi dotati di funzioni determinate.
I sintomi della gravidanza cominceranno a diventare più importanti proprio da questa settimana.


PER LA MAMMA: COME CAMBIA IL TUO CORPO
Le nausee e i malesseri mattutini, la debolezza, sono tutti sintomi che potranno comparire o aumentare proprio da questa settimana. Potresti addirittura cominciare a non tollerare alcuni odori che magari prima adoravi sentire, come l’odore del caffè, o di alcuni alimenti in cottura, come l’odore del pesce e della carne. Se fumi potrebbe addirittura darti fastidio l’odore della sigaretta.
Inoltre percepirai in maniera diversi i gusti degli alimenti, questo cambiamento è dovuto al fatto che l’aumento degli ormoni in questa fase porta ad un’alterazione della percezione delle papille gustative presenti nella tua bocca. Per questa ragione preferirai in alcuni casi i cibi molto salati rispetto ad alimenti con gusti più delicati o dolci.

Il vomito potrebbe comparire in maniera violenta
, in questo caso rivolgiti al tuo ginecologo curante che ti aiuterà, se lo riterrà necessario, con alcune medicine adatte a questo problema e compatibili con la tua gravidanza. Data l’aumentata vascolarizzazione vescicale e la pressione dell’utero, potresti cominciare ad aver bisogno più frequentemente di fare pipì.
%INTERRUZIONE[Il tuo bambino]%
IL TUO BAMBINO A 5 SETTIMANE
Da questa settimana cominciano a maturare eventi fondamentali:

Si forma il tubo neurale (struttura presente negli embrioni da cui si sviluppa il sistema nervoso centrale) e in questa settimana si ha la sua completa chiusura. Esso darà origine al sistema nervoso centrale. La parte craniale del tubo darà origine al cervello mentre la parte centrale andrà a formare il sistema di acquedotto cerebrale che è all’interno della colonna vertebrale.

L’apparato circolatorio comincerà a maturare in questa settimana, si costituirà infatti il tubo cardiaco primitivo e in seguito dall’allungarsi e dall’aggrovigliarsi di questo tubo si formeranno il cuore e i grandi vasi.
Inoltre l’apparato cardio-circolatorio è il primo ad entrare in funzione: il cuore comincia a battere circa 22 giorni dopo la fecondazione (cioè in questa settimana!) e presto la circolazione embrionaria comincerà a formarsi. In questa settimana inoltre si svilupperanno le cellule che daranno origine al derma, alle ossa e alle cartilagini.

Ecco quello che si vede da un'ecografia di una gravidanza alla 5° settimana di gravidanza:

%INTERRUZIONE[Esami e visite]%
CONTROLLI DA FARE
Se hai fatto il test di gravidanza e sai già di essere incinta, è importante che tu ti metta subito in contatto con il tuo ginecologo per una prima visita di controllo. Se hai invece solo il sospetto di una gravidanza, fai prima un test sulle urine, che in questa settimana è molto meno gravato da falsi negativi.
Il tuo ginecologo potrebbe confermarti la gravidanza con l’ausilio di un ecografia transvaginale, infatti già alla 5° settimana si può vedere tramite ultrasuoni la camera gestazionale (che tu vedrai come un “buco nero”all’interno del tuo utero), il sacco vitellino (un cerchio tondo all’interno del “buco nero”) ed alcuni accenni di embrione.

In queste settimane è necessario accertarsi della correttezza dell’epoca gestazionale o del tuo bimbo: spesso data la irregolarità del ciclo mestruale, o dato che l’ovulazione è un fenomeno che dipende da molte variabili, il concepimento può essere avvenuto o prima o dopo il periodo supposto e quindi potresti avere un’ecografia non corrispondente alle settimane di gravidanza in cui pensavi di essere. In ogni caso non ti spaventare se alla prima ecografia non vedi nulla, saranno i controlli successivi che evidenzieranno la crescita del tuo bimbo.
%INTERRUZIONE[Alimentazione e consigli per rimanere in forma]%
DIETA E BENESSERE
Per ridurre il senso di nausea o il vomito è importante fare pasti piccoli e frequenti. Questo vuol dire evitare grandi abbuffate ma anche periodi di digiuno troppo lunghi. Quando sei fuori casa porta con te dei crakers salati che ridurranno il senso di nausea e smorzeranno il senso di fame improvviso che potrai avvertire.
Non rinunciare a bere l’acqua perché ti provoca nausea: prova con piccoli sorsi poco alla volta, una corretta idratazione è fondamentale sia per te che per il tuo piccolissimo bambino.
Se la frequenza dei pasti non è sufficiente puoi tentare alcuni rimedi naturali per contrastare la nausea, lo zenzero ad esempio si rivela un ottimo alleato.
Dovrai cominciare ad integrare nella tua alimentazione l’acido folico, importante per il corretto sviluppo del sistema nervoso del tuo bimbo. E’ presente soprattutto nelle verdure a foglia larga come spinaci, barbabietole e cavolo nero. Se non lo stavi già assumendo, è importante che tu lo prenda anche in compresse da prendere giornalmente.
Non eliminare totalmente l'attività fisica: inizia a fare camminate magari brevi ma giornaliere.
%INTERRUZIONE[Consigli]%
I NOSTRI CONSIGLI
In questa fase è consigliabile il riposo
, inteso non come l’immobilità assoluta a letto, ma come continuare a fare le attività che si facevano prima della gravidanza però in maniera più cauta e più dolce.
Sei sei una donna allenata e che già praticava sport, puoi continuare il tuo esercizio fisico riducendo però il carico di lavoro. Se invece avevi una vita sedentaria già prima della gravidanza potrai iniziare a praticare attività fisica in maniera moderata.
Sono assolutamente sconsigliate quelle attività che comportino il rischio di traumi o che abbiano una ripercussione diretta sul bacino come ad esempio lo sci, andare a cavallo, praticare lo spinning, l’uso del motorino.

I viaggi a tratta lunga sono sconsigliati da questo periodo fino almeno le 13-15 settimane , in caso di necessità preferire il mezzo di trasporto più comodo.
E’ fondamentale smettere di bere alcol, infatti l’ assunzione di alcol in gravidanza può portare a ritardo della crescita fetale, disturbi dello sviluppo intellettivo e comportamentale del bambino, alterazioni facciali del bimbo. Si consiglia massimo metà bicchiere di vino a pasto, mai i super alcolici.
E' necessario smettere o ridurre drasticamente il fumo, è ormai accertato che il fumo in gravidanza porta a notevoli ritardi di crescita del feto e all’insorgenza di malattie gravidiche come la pre-eclampsia.

4° SETTIMANA DI GRAVIDANZA 6° SETTIMANA DI GRAVIDANZA

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa