Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Lytess, la nuova frontiera del cosmeto-tessile

Un capo d'abbigliamento che agisce contro la cellulite, semplicemente indossandolo
  Di Sara

Sono sempre alla ricerca di novità contro la cellulite, qualcosa che faciliti la vita, che sia una soluzione, pratica, semplice, veloce e che in qualche modo funzioni.
Ho scoperto il cosmetotessile, cioè, derivato dallo studio dell'applicazione dei medicinali tramite applicazioni esterne, (leggi cerotti) e una evoluzione dei cerotti anticellulite, ecco che hanno creato e sviluppato la sinergia del tessuto 'tecnico' con principi attivi cosmetici contro la cellulite.

Lytess, azienda francese, ha creato questi nuovi prodotti d'abbigliamento sfruttando la tecnologia italiana nella creazione di tessuti particolari a cui hanno applicato un insieme di principi attivi, grazie ad una particolare lavorazione, che vengono poi rilasciati gradualmente andando a

Stiamo quindi parlando di un indumento, che per andare incontro alle varie esigenze è nelle taglie S/M (40-46) e L/XL (48-52) e in tre versioni:

Lytess tessuto anticellulite
Appare in tessuto lucido, totalmente nero, con solo la cucitura interna e al cavallo, senza scritte, senza etichette che all'apparenza sembra un capo d'abbigliamento 'normale'.
Invece, e ve ne accorgete solo annusandoli (e il profumo è piacevole) , il tessuto è stato impregnato di un mix di principi attivi tra cui l'estratto di pungitopo e il gingko biloba, di pepe di sichuan e grano saraceno. In aggiunta anche caffeina e forskoline. La formulazione è però senza parabeni che riduce al minimo le problematiche di allergia. Il sistema è anche predisposto per diverse quantità di prodotti diversi grazie ad un particolare sistema di 'rottura' delle capsule di dimensioni diverse, contenente i principi attivi.

Bisogna quindi solo indossare questi 'pantaloncini' che nella versione leggings o pinocchietto, potete anche utilizzarli tranquillamente come se fossero 'standard', come un qualsiasi capo di abbigliamento, vanno portati per almeno 8 ore al giorno e grazie al calore del corpo e la movimento, avviene un continuo rilascio dei principi attivi per andare a combattere i ristagni già avvenuti, drenare per rimuovere i liquidi causa principale della cellulite ed evitare il riformarsi degli accumuli adiposi. I primi risultati si hanno dopo 10 giorni di utilizzo del pantaloncino.

Vengono date indicazioni di riduzione di 2 cm circa sui fianchi e 1,4 cm per il giro coscia.

Altra indicazione è che l'efficacia viene garantita sino a 30 lavaggi (a mano o in lavatrice) a temperatura di 30°, oltre il pantaloncino non è più 'attivo'.

Questo prodotto, Lytess lo ha certificato e garantito, scegliendo anche di venderlo nel canale farmacia.

Considerazioni
Ovviamente, come per tutte le altre cose, bisogna avere costanza, quindi portarlo 2 ore non serve. Perché meglio questo invece di quelli ricaricabili?

Lytess tessuto anticellulite
L'osservazione è che il processo di penetrazione nel tessuto è qualcosa di particolare ed effettuato con un certo tipo di dispositivi e in un certo ambiente, fatto in casa forse è come mettere dell'anticellulite e un pantaloncino 'normale'. Quando l'effetto è finito questo tipo nelle versioni più lunghe, si può tranquillamente riciclare in un capo di abbigliamento, anche per la palestra per esempio, grazie ad un tessuto tecnico di qualità.

Provati per voi
Lytess tessuto anticellulite
Ho provato, ovviamente, anche se, ammetto di avere rispettato parzialmente i tempi. Essendo una persona 'fastidiosa', devo dire che il tessuto è piacevole, elasticizzato senza sentirsi stringere effetto panciera, a me piace anche il profumo, si adatta perfettamente alla figura. L'ho anche messo di notte, senza problemi e devo confermare l'effetto drenante. Per la riduzione, sì, c'è stata, però, e non è la prima volta che lo dico, non si può pretendere un vero effetto senza associare un minimo di regime alimentare adatto. Quindi pur mangiando uova e colomba pasquale, pur indossandola non sempre per 8 ore, qualche risultato l'ho avuto. Ovviamente, lo so e ve lo ricordo, bisogna fare un minimo di sport e non vivere di pollo e patatine fritte.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa