Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Limita l'assunzione di caffeina con lo Yannoh (senza rinunciare al gusto!)

Un modo per gustare quanto si vuole un ottimo caffè ma senza caffeina, è lo Yannoh. Ecco cos'è e come si può preparare un'ottima bevenda a casa
  Di Sara

Il caffè fa parte della tradizione e della cultura italiana. Ha proprietà positive, ma anche alcune caratteristiche che non lo rendono tollerato e adatto a tutti.
E allora cosa fare per non rinunciare al piacere di sorseggiare questa bevanda profumata ed energizzante?
Una delle ultime soluzioni è lo yannoh, ovvero una polvere ricavata dal mix di cereali, legumi e verdura che ripropone il gusto del caffè andando però ad eliminare gli effetti negativi.

Siete curiosi? Ecco esattamente di cosa stiamo parlando e quali proprietà ha questa nuova miscela.

Yannoh, cos’è esattamente
La miscela dello Yannoh è stata concepita dall’idea di uno dei guru della macrobiotica, un regime di alimentazione che va ad eliminare le proteine animali. Secondo Ohsawa, l’uomo non è nato carnivoro o pescivoro, e alle origini si nutriva di cereali, legumi e vegetali. Così ha ricreato una miscela che contiene questi 3 elementi e che ricorda moltissimo il sapore del caffè usando riso integrale, grano integrale, fagioli azuki, ceci e cicoria. Già in passato si impiegava la cicoria che infonde il sapore amaro in altre miscele e spesso veniva associata all’orzo. Oggi, in commercio, lo yannoh è composto da orzo, segale, cicoria e alcune ghiande.


Credits: Foto di @Pexels | Pixabay
Le proprietà dello Yannoh
L’uso dello Yannoh è parzialmente associabile a quello del caffè, perché tonifica, aiuta a diminuire la pesantezza da mal di testa, contribuisce alla digestione, favorisce la risoluzione dell’acidità di stomaco, stimola lo sgonfiamento addominale e aiuta la stipsi grazie al contenuto di fibre e aiuta a concentrarsi.

Per chi è adatto
Grazie alla sua composizione, lo yannoh è adatto a tutti, anche ai bambini che magari, imitando i grandi, vogliono assaggiare il caffè. Lo possono utilizzare anche chi, con varie patologie, deve stare lontano dal vero caffè e dalla caffeina come cardiopatici, ipertesi e chi soffre di gastrite e di colite. E poi, anche per chi è un abituale consumatore di caffè, può essere un valido sostituto senza preoccupazione per la stabilità della salute se si esagera.

LEGGI ANCHE: Rimedi naturali per la gastrite

Uso e consumo
Lo Yannoh è disponibile in polvere e per la moka, ovvero con una macinatura meno sottile. Può quindi essere sostituito al caffè in polvere da sciogliere in acqua calda o con il latte, oppure essere preparato esattamente come il caffè con la caffettiera. La bevanda può poi essere usata nei dolci (come il tiramisù) e in tutte quelle preparazioni al posto del caffè.


Credits: Foto di @kalhh | Pixabay
Yannoh fai da te
Potete anche provare a realizzarlo in casa con queste proporzioni: 2 cucchiai di riso integrale, 2 cucchiai di grano integrale, 2 cucchiai di fagioli azuki, 2 cucchiai di ceci, 1 cucchiaio di radice di cicoria.
Dovete far tostare singolarmente gli ingredienti, vanno poi riuniti insieme con l’aggiunta di un cucchiaio di olio e farli cuocere per altri 2 o 3 minuti. Dopo che si sono raffreddati vanno macinati, molto fini se li usate in modalità solubile.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa