Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Coworking

In tempo di crisi e di recessione economica, è fondamentale che le persone si inventino nuovi modi di lavorare, aumentando le entrate e diminuendo le uscite.
  Di Bianca Fracas - PsicoSessuologa

Se un tempo il sogno di chiunque era il posto fisso, un ufficio e una scrivania personale dove mettere le proprie cose, oggi sono sempre di più i lavoratori che scelgono di essere freelance, o liberi professionisti. Da un lato questa scelta garantisce molta libertà nell’organizzazione, ma dall’altra, spesso, genera  alcuni problemi logistici.

Cos’è il coworking
I professionisti che lavorano da casa, o i consulenti che viaggiano molto, spesso non hanno un proprio ufficio e finiscono con il lavorare in isolamento. Partendo da questa considerazione prima in America, poi pian piano anche in molti altri Paesi, si è diffuso il Coworking, letteralmente lavoro-insieme. L’idea di fondo è riunire i lavoratori, che sebbene continuino a lavorare in maniera indipendente e autonoma, condividono alcuni valori e aree comuni. Si tratta di spazi equipaggiati con scrivanie, sale riunioni, connessioni a internet, fax e fotocopiatrici, che vengono affittati per periodi più o meno lunghi. Non bisogna però confondere questa modalità di lavoro con gli studi associati, perché nella filosofia del coworking il professionista può passare un anno, ma anche un’ora. C’è chi considera tutto questo una via di mezzo tra casa, internet caffè e ufficio alla vecchia maniera.

In concreto cosa sono?
Il coworking è uno spazio di collaborazione e socializzazione cafe-like per sviluppatori, scrittori e lavoratori indipendenti, ma in concreto cosa c’è dietro a tutto questo?
I "pacchetti base" prevedono l'attribuzione di uno spazio di lavoro personale - con sedia, scrivania e magari una porzione di armadio -, la possibilità di impiegare luce, gas e rete internet, l'accesso libero ad aree comuni come cucinotti, open space, divani e simili. I servizi ed il grado di strutturazione variano in modo considerevole da caso a caso.
Alcuni cowo non possiedono neppure una sede fisica autonoma, e si riuniscono in modo più o meno rapsodico all'interno di internet café o case private, altri invece si presentano con configurazioni stabili, con orari e uffici propri e tutto il resto.
I costi sono variabili da paese a paese, in Italia il canone mensile per una scrivania è di 200 €, se si vuole affittare anche il computer di 250 €, ma ci sono anche quote parcellizzate per periodi brevi, di settimane o giornate, e forfettizzate per quelli più lunghi.

La filosofia
Oltre a condividere le spese, l’idea iniziale di chi ha pensato il coworking, era anche quella di mettere insieme persone con personalità e professionalità diverse, che spesso possono offrirsi a vicenda, nuovi spunti e creare un’atmosfera che consente alle persone che hanno delle affinità di incontrarsi, alimentando la produttività e la creatività.
Tutti sono collaboratori di idee e di entusiasmo. Se all’inizio questi spazi erano frequentati solo da programmatori informatici e dai liberi professionisti del web, oggi si incontrano architetti, consulenti d’impresa, attivisti politici e talvolta scrittori.

Dove sono?
Oggi negli States si contano oltre 100 coworking attivi, ma anche altri Paesi si sono adeguati: in Europa sono 62, in Cina 5 e 9 in Sudamerica.
Ma in Italia?
Per ora ce ne sono due a Milano, uno a Roma e uno a Bologna. Il fondatore di uno dei due punti milanesi ha avuto l’idea dopo che nella sua agenzia pubblicitaria se ne erano andati via alcuni collaboratori e rimaneva parecchio spazio libero. Così anziché cercare soci o collaboratori, ha provato a mettere in pratica il coworking, riadattando semplicemente un’ala dell’ufficio; in questo modo si condividevano le spese e si facevano entrar persone interessanti in ufficio, anche con posizioni completamente diverse da quelle dell’agenzia. 

I siti del coworking in Italia:

•    Pillola400
via Algardi 3/a
Tel: 051 4222127
Web: www.lapillola.net

•    Cowo
Milano, via Ventura 3
Web: coworkingmilano.com

•    7thfloor
Roma
Web: www.7thfloor.it

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa