Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Weimaraner

Razza per la caccia e nota per la sua eleganza è un buon cane da compagnia vivace e fedele
  Di Sara

Il Weimaraner o Bracco di Weimar è un cane originariamente allevato nel diciannovesimo secolo per la caccia. Il suo nome deriva da Carlo Augusto di Sassonia Gran Duca di Weimar che nei primi dell’800 lo aveva eletto come suo cane prediletto per la caccia. Cane quindi molto famoso nelle famiglie reali del Centro Europa dell’epoca, era impiegato per la caccia alla volpe ma anche per la caccia ai cervi, ai cinghiali e persino agli orsi.

Non è un cane con una specifica peculiarità come la punta o la capacità di snidare la preda, ma viene usato in modo più generico, forse anche per questo lentamente è passato di moda. Rimane tuttora utilizzato per la caccia ad animali più piccoli, come conigli e uccelli selvatici in genere, ma come molte altre razze è diventato un ottimo cane da compagnia

Ha un bel carattere, è leale e ama la sua famiglia, difendendola da buon guardiano, così come allo stesso modo difende e protegge il suo territorio. Il Weimaraner ha un portamento elegante, nobile (forse per le sue origini nel bel mondo), atletico; osservandolo attentamente ci si rende conto di come tutta la sua struttura è proporzionata adeguatamente, un equilibrio di forme in ogni sua parte.

Deve essere capace di correre, stanare, puntare e superare gli ostacoli che ci possono essere in un campo, un bosco o un qualsiasi ambiente aperto. La coda è mantenuta corta, gli viene tagliata alla nascita sino ad un terzo della sua naturale lunghezza. Il mantello liscio a pelo corto di diverse variazioni di grigio può essere blu antracite, grigio topo o grigio beige, il grigio argento è molto raro anche perché effetto di un problema genetico; questa colorazione gli riconosce un’immagine ulteriormente raffinata.

Altra rarità è la razza a pelo lungo, che è abitualmente di color nero o blu nero e non riconosciuta in tutto il mondo come razza pura.

Dove il pelo è molto molto corto o praticamente inesistente come nell’interno delle orecchie o sul muso la colorazione è rosata, quasi umana. Gli occhi sono grigi, blu grigi o anche ambra chiari. Grazie al pelo così corto che risulta estremamente liscio, la sua pulizia è molto semplice.

Alto al garrese dai 60 ai 70 cm (le femmine sono poco più basse, al massimo 65cm), può arrivare a pesare 40 chili (la femmina qualche chilo meno).


Questi cani ben si adattano alla casa, non sono però di indole disponibili anche con gli estranei, come possono esserlo per esempio i Labrador, perché si legano molto alla famiglia in cui vivono e al territorio. E’ quindi importante che abbiano molti contatti con estranei quando sono piccoli, per adattarsi agli altri e prevenire eventuali possibili attacchi agli estranei.

Cucciolo di Weimaraner

E’ comunque un cane molto intelligente, sensibile che “risolve” i problemi, lo definiscono anche “cane con il cervello umano”. Ama correre, giocare ed è molto attivo e vigoroso, quindi niente riesce a stancarlo veramente. Sono molto eccitabili e spesso riescono a “sfinire” i padroni, vanno quindi istruiti ed educati a riprendere la calma e il controllo. Rimangono giocherelloni e “agitati” per più della metà della loro vita. Sono anche noti per “rubare” il cibo dalla tavola se gli viene data l’occasione. Non sono molto adatti per i bambini piccoli e per persone molto anziane, perché essendo vigorosi e giocherelloni amano “spingere” e “strusciarsi” contro il padrone, quindi giocando potrebbero fare involontariamente male.


Ricordate che è un cane da caccia, quindi il suo rapporto con i gatti e altri animali da appartamento è di tolleranza e di diffidenza, soprattutto se esterni alla famiglia. In ogni caso, se tenuto in modo appropriato, il Weimaraner è uno splendido compagno che rimane sempre fedele e a fianco del suo padrone.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa