Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

28^ giornata di serie a: gol a grappoli

Dopo la debacle delle italiane in Champions League, Juve ed Inter tornano alla vittoria, mentre la Roma pareggia soffrendo. Ennesima sorpresa del Chievo Verona.
  Di Daniele

Giovinco e Del Piero
La Juventus, incerottata dagli infortuni, gli ultimi in ordine di tempo quelli di Trezeguet ed Amauri, comincia bene la gara col Bologna, poi si spegne, complice evidentemente la  fatica della gara infrasettimanale di Coppa ed il morale piuttosto basso per l’eliminazione.
Questa situazione favorisce notevolmente il Bologna che disputa un buon primo tempo giocando bene e portandosi meritatamente in vantaggio. Preso lo schiaffo, i bianconeri poco alla volta riprendono in mano le redini del gioco e nella ripresa si trasformano in meglio.

Una gara giocata alla grande da Giovinco permette alla Vecchia Signora di ritrovare prima il pareggio grazie ad un angolo battuto bene per Salihamidzic che insacca con un incornata ed in seguito segna personalmente il gol del vantaggio.
Da quel momento è solo Juve, gli avversari avranno solo un paio di occasioni di cui una sventata magistralmente da Buffon. Dopo aver sbagliato l’inverosimile, Alex Del Piero si riscatta mettendo a segno una doppietta.

Inter decisamente concreta, senza fronzoli, ma con qualche incertezza nel gioco, s’impone su una Fiorentina che ha disputato una buonissima gara, propositiva, costruendo occasioni da gol sprecate per sfortuna o per la bravura del portiere avversario. La cosa importante per gli uomini di Mourinho è che si siano tolti di dosso le scorie dell’eliminazione in Champions e che abbiano disputato una partita di carattere, anche se per l’ennesima volta, il gioco non è stato dei migliori.
Forse, in alcune circostanze c’è stata dimostrazione di nervosismo che però è svanito con il raddoppio a tempo praticamente scaduto.
Espulso l’allenatore nerazzurro per aver esagerato con le proteste verso la fine della gara che si è anche autoescluso alle interviste consuete post partita.
Comunque la Fiorentina esce da S. Siro a testa alta, certa di aver disputato una gara all’altezza dei campioni d’Italia.
Floccari Inter
Il Genoa beffa in trasferta il Cagliari. Tre punti importantissimi e meritati per i liguri in classifica, anche alla luce dei risultati di Roma e Fiorentina. Partita sostanzialmente equilibrata fino a pochi minuti dal termine del primo tempo quando l’arbitro espelle, forse ingiustamente, il cagliaritano Cossu, reo di aver fatto una fallo un po’ troppo violento anche se dalle immagini ciò non risulta. Comunque questa espulsione, di fatto, ha rotto gli equilibri della gara, il Genoa comincia a spingere e a credere nella vittoria. Anche se con qualche sbavatura difensiva, i genoani costruiscono occasioni su occasioni andando pure in vantaggio: l’arbitro annulla il gol ma i giocatori a 5 minuti dalla fine della partita riescono a segnare il tanto agognato gol

Il Milan fa cinquina a Siena e festeggia Pippo Inzaghi che con la doppietta di questa giornata ha messo a segno la bellezza di 300 reti fra i professionisti. Gara non molto convincente sul piano del gioco per i rosso neri, soprattutto nel primo tempo, però i giocatori hanno sfruttato a pieno il potenziale offensivo contro un Siena che aveva subito appena sette reti in tutto il campionato. Grave infortunio ad Abbiati in un fortuito scontro di gioco con un compagno. La diagnosi parla di una distorsione ai legamenti del ginocchio destro. Per lui stagione finita.
Pippo Inzaghi 300 gol
Gol e spettacolo nel pareggio a Marassi fra Sampdoria e Roma. Partita dalle tante emozioni, condita dalle doppiette di Pazzini e Julio Baptista. Nel primo tempo c’è lo show dei soliti Cassano e Pazzini e nella ripresa tocca alla coppia romanista Tonetto e Julio Baptista. Alla fine un pareggio buono per la Roma che continua così la sua corsa al quarto posto, invece per i blucerhiati la recriminazione di non essere riusciti a mantenere il vantaggio in rimonta.

Sorprendente e travolgente Chievo a Roma contro una Lazio poco convincente e confusa. I veneti dal canto loro hanno disputato una buona gara, ordinata tatticamente e col merito di aver sfruttato gli errori difensivi degli avversari.
Pellissier chievo
Esordio con pareggio per l’ex CT azzurro Donadoni sulla panchina del Napoli contro la Reggina. Partita iniziata non molto bene per lui, squadra non molto incisiva che si fa trafiggere da Corradi. Fortunatamente La vezzi riesce a raddrizzare la gara Lavezzi per i partenopei sfruttando uno svarione del portiere avversario.
Il pareggio purtroppo non serve a nulla per entrambe le squadre.
Donadoni allenatore napoli
L’Atalanta ritrova il gol e la vittoria dopo tre sconfitte consecutive grazie ad un ispirato Floccari autore di una doppietta. Per il Torino ora la situazione in classifica si complica. Peccato perché durante la gara i granata si rendono immediatamente pericolosi colpendo una traversa con l’ex Bianchi. Sfortunato l’atalantino Doni che dopo nemmeno un quarto d’ora dopo l’inizio della ripresa deve lasciare il campo per infortunio.

Scoppola per l’esordiente De Canio sulla panchina del Lecce. Un Palermo in grande spolvero infatti travolge la squadra pugliese con cinque reti. Partenza decisamente frizzante: dopo appena nemmeno venti minuti le squadre sono sul due a due. Ma il Palermo è decisamente superiore tecnicamente e supportato da un Miccoli veramente in forma.
Il Lecce è tramortito dal susseguirsi dei gol avversari e non riesce a contrastare in nessun modo la situazione.

Pareggio tra Udinese e Catania. Partita in cui si è visto ripetersi Mascara, dopo il fenomenale gol nel derby, autore anche questa settimana di un gol simile approfittando di un maldestro rinvio del portiere avversario.
Ma l’Udinese ha risposto con grande orgoglio perché  nella ripresa ritrova meritatamente il pareggio e sfiora la vittoria in più occasioni.

RISULTATI

- Atalanta - Torino 2 - 0
46° e 72° Floccari (A)
- Cagliari - Genoa 0 - 1
85° Olivera (G)
- Inter - Fiorentina 2 - 0
11° e 94° Ibrahimovic (I)
- Juventus - Bologna 4 - 1
24° Mutarelli (B), 48° Salihamidzic (J), 71° Giovinco (J), 75° e 87° Del Piero (J)
- Lazio - Chievo 0 - 3
27° Bogdani ( C), 28° e 84° Pellissier ( C)
- Palermo - Lecce 5 - 2
11° e 59° Cavani (1 rigore, P), 17° e 34° Tiribocchi (L), 18° Simplicio (P), 41° Miccoli (P), 56° Kjaer (P)
- Reggina - Napoli 1 - 1
27° Corradi ( R), 64° Lavezzi (N)
- Sampdoria - Roma 2 - 2
7° e 70° Julio Baptista (1 rigore, R), 25° e 43° Pazzini (S)
- Siena - Milan 1 - 5
7° Pirlo (rigore, M), 48° e 71° F. Inzaghi (M), 55° e 78° Pato (M), 62° Maccarone (S)
- Udinese - Catania 1 - 1
25° Mascara ( C), 71° Quagliarella (U)

CLASSIFICA

Inter 66
Juventus 59
Milan 54
Genoa 48
Fiorentina e Roma 46
Palermo 42
Lazio 41
Atalanta e Cagliari 39
Napoli e Udinese 36
Catania 34
Sampdoria 33
Siena 31
Chievo 27
Bologna 26
Torino 24
Lecce 23
Reggina 20

PROSSIMO TURNO, 29^ GIORNATA, 22/03/2009

- Bologna - Cagliari
- Catania - Lazio (sabato, ore 18.00)
- Chievo - Palermo
- Fiorentina - Siena
- Genoa - Udinese
- Inter - Reggina
- Lecce - Atalanta
- Napoli - Milan (domenica, ore 20.30)
- Roma - Juventus (sabato, ore 20.30)
- Torino - Sampdoria

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa