Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

3 mesi al sì: ora si fa sul serio

Mancano 3 mesi al tuo matrimonio, ora si comincia davvero a pensare alle cose più importanti e a definire i dettagli che renderanno la tua cerimonia davvero unica
  Di Francesca La Rana

3 mesi dal sì… ansia? In questo periodo è davvero normale cominciare a sentire un po’ di pressione. Perché, se hai fatto tutto rispettando i tempi, probabilmente ti sei, anzi vi siete anche rilassati un po’. Eppure adesso la macchina del matrimonio si rimette in moto e lo farà con un po’ più di fretta del solito. Ora i fornitori ti chiameranno, ti chiederanno di rivedervi per poter ridefinire tutti i punti.

Di certo vi chiamerà il ristorante perché dovrete decidere insieme quale sarà il menù del grande giorno ed eventualmente fissare una data per fare la prova, ovvero la degustazione del potenziale percorso culinario. In questo momento andrete anche a decidere meglio altri punti, come la colonna sonora del vostro matrimonio, da comunicare tempestivamente ai musicisti che qualche mese fa avete contattato per allietare la giornata/serata.

Ad ogni modo, vediamo nel dettaglio cosa bisogna fare a 3 mesi dal matrimonio.

SCELTA DEI TESTIMONI
Avete già scelto i testimoni? In alcuni casi si scelgono con netto anticipo quando entrambi gli sposi hanno le idee davvero molto chiare. Si parla in coppia e si dichiarano quali sono le persone che si vorrebbero accanto. Il numero deve essere lo stesso: un testimone a testa, due o tre. Non di più perché tanto sarebbe inutile ai fini del ruolo stesso. Non litigate se non siete d’accordo piuttosto spiegate bene all’altro/a perché c’è qualcosa che non vi torna sulle persone selezionate, che ovviamente possono essere parenti o amici, purché siano molto ma molto vicini a voi e con i quali avete un legame particolare.


A volte il problema si crea perché non si vuole scegliere tra le persone, perché se da una parte a qualcuno può far piacere, un altro si può dispiacere. In questo caso, ci raccomandiamo, usate molto, moltissimo tatto!

FEDI E REGALI AI TESTIMONI
Il momento della scelta delle fedi è decisamente fondamentale. Anche in questo caso vi consigliamo di parlarne per capire i gusti. C’è chi opta per la classica in oro giallo, che, chiariamoci, non è qualcosa di vecchio ma semplicemente un evergreen. Il fatto che ora va più di moda l’oro bianco non significa che state indossando un accessorio non fashion. Da che mondo è mondo la fede è sempre stata in oro giallo!


De gustibus, comunque, ognuno può sceglierla come vuole, i marchi e gli orafi ne realizzano di diverse e sublimi. Oro giallo a parte, ci sono quelle bianche, in oro rosa, bicolor, con diamante e c’è anche chi se le fa fare diverse per ragioni personali che nessuno dovrebbe stare a discutere. Andate in gioielleria, provatele e quando vi sentite entrambi a vostro agio sceglietele.
Consiglio: qualora siano quelle classiche, magari di qualche marchio abbastanza famoso, vi suggeriamo di andare in diverse gioiellerie per farvi fare un preventivo. Ovviamente scegliete quello più basso, perché state acquistando lo stessissimo prodotto!

Quando si scelgono le fedi solitamente viene chiesto anche se intendete fare dei regali “preziosi” ai testimoni. Qualora facciate loro un gioiello potrebbe essere un’ottima soluzione. Per le donne solitamente la scelta è più variegata mentre per gli uomini è decisamente più ristretta, solitamente a un bracciale o un orologio.

DILEMMA BOMBONIERE
Quando andate dal gioielliere vi chiederanno anche se avete scelto le bomboniere ma ciò non vuol dire che le dovete prendere lì. Potete acquistarle dove preferite, persino ordinarle online e confezionarle voi stessi. In questo modo riuscirete anche a risparmiare. Ma il vero dilemma è: bomboniera sì o bomboniera no?


Sta a voi, non certo a noi decidere, sta a voi capire se è qualcosa a cui tenete o meno. C’è chi acquista il solito oggettino di ceramica, argento, cristallo o qualsiasi altro materiale e chi opta per qualcosa di enogastronomico, come una bottiglia di vino o di olio. C’è chi sceglie un accessorio utile, come un orologio da tavolo o magari un set di mestoli e chi invece non regala proprio nulla, al massimo il sacchettino con i confetti. Fate voi, come vi sentite, purché sia una scelta ben calibrata.

SELEZIONE MUSICALE PERSONALE
I musicisti che avete scelto sicuramente hanno un genere che a voi piace quindi non dovete preoccuparvi troppo. Vero è che ci sono delle canzoni che per la coppia sono fondamentali, quindi cercate di fare mente locale (considerate che ci vuole un po’ di tempo) e ritrovate la vostra musica del cuore.


Riascoltate delle vecchie playlist e parlatene, ascoltate la radio o qualche vecchio film che avete visto insieme. Pian piano vi torneranno in mente tutte le colonne sonore della vostra vita insieme, appuntatele e poi inviate la lista ai musicisti, specificando anche quali intendete utilizzare per il vostro ingresso e per il primo ballo e magari altri momenti che ritenete importanti durante la cerimonia.

CHECK DEI FORNITORI
È vero, li avete già contattati 12 mesi prima o a 9 mesi dal sì ma richiamarli tutti, anche solamente per darvi un po’ di tranquillità personale, non fa male a nessuno.


Richiamate l’atelier, anche per capire se dovete fare delle prove intermedie dell'abito, passate dall’hair stylist, contattate il centro estetico, richiamate la fiorista e la chiesa. Vi diranno tutti che va tutto bene e che non si sono dimenticati di voi. Sembra un passaggio inutile, ma almeno non starete lì a chiedervi se nel giorno del matrimonio si presenteranno tutti oppure no.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa