Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

Matrimonio in spiaggia, tutti i consigli per sposarsi in riva al mare

Matrimonio in spiaggia? Dove e quando organizzarlo, cosa indossare e che tipo di festa scegliere perché sia davvero il giorno più bello
  Di Arianna Galati

Una delle grandi tendenze per le nozze negli ultimi tempi è indubbiamente il matrimonio in spiaggia: dopo che è stato reso possibile celebrare la cerimonia civile anche in luoghi particolari come in riva al mare, molte coppie di sposi scelgono questa location così romantica per festeggiare degnamente il loro giorno più bello.

Vero è che per far sì che il matrimonio in spiaggia sia al suo meglio è bene sapere per tempo come muoversi per far riconoscere l'avvenuta celebrazione con l'ufficiale di stato civile predisposto, ma di certo non è di pratiche burocratiche che ci va di sentir parlare quando si tratta di organizzare il matrimonio in spiaggia dei nostri sogni, anche se è bene informarsi su quali debbano essere in caso si voglia sposarsi su di un litorale all'estero (rivolgetevi all'ambasciata per sapere come fare).

Sposarsi in spiaggia, quando farlo

I mesi migliori per il matrimonio in spiaggia sono indubbiamente gli ultimi mesi di primavera, ovvero maggio e giugno, e dalla fine di agosto fino a fine settembre, dopo l'inizio dell'autunno. A luglio il rischio è che le spiagge siano troppo affollate di turisti e gente interessata al mare per godersi suggestivamente una cerimonia per voi e i vostri amici, mentre gli altri mesi sono decisamente più indicati.


Se vi interessa il sud Italia, dove fa caldo per più tempo, potreste persino partire dai primi di maggio fino a metà ottobre per sposarvi in riva al mare; diverso il discorso per il matrimonio in spiaggia all'estero, dove conviene studiare bene il meteo e le temperature dei differenti paesi che rispondano alle vostre aspettative.

Quanto alle ore del giorno, prediligete il tardo pomeriggio per godere al meglio del tramonto e di una festa in notturna assolutamente perfetta.



Matrimonio in spiaggia: come vestirsi

Punto focale di ogni matrimonio in spiaggia è indubbiamente il look: sia per lo sposo sia per la sposa il consiglio principale è quello di mettere al bando le scomodità e le formalità più rigide.

Il vestito potrà essere romanticamente bohémien come un abito da sposa in pizzo, grande tendenza che non passa mai di moda, da selezionare con maniche corte appena accennate o addirittura senza spalline. Se temete di avere troppo caldo, non dubitate e scegliete un abito da sposa corto, che sicuramente vi farà stare di più a vostro agio.
Per i capelli, vale la pena ricordare che dovrete combattere col vento: se volete lasciarli sciolti fissateli solo con una tiara o un nastro, magari con dei fiori, altrimenti la soluzione migliore è sempre lo chignon per la sposa o comunque un'acconciatura raccolta che non vi accechi.
Evitate le scarpe col tacco o i sandali da sposa altissimi: la sabbia va affrontata a piedi nudi, ma non temete, sarete indubbiamente super chic.

Per lo sposo, il consiglio è quello dello sportivo informale: la giacca con una maglietta sotto può essere una soluzione abbastanza elegante, così come l'accoppiata panciotto&camicia. Anche per completare l'abito da sposo vale il discorso dei piedi nudi, così come per tutti gli invitati: vi risparmierete moltissimi problemi di granelli di sabbia tra le dita!


La festa e il dress code

Per il matrimonio in spiaggia non servono tanti fronzoli: chiamate a suonare una band dal vivo - se ne trovano moltissime in giro, magari anche tra i vostri amici - e scatenatevi in danze a piedi nudi sulla sabbia. Chiedete agli ospiti di portare un costume da bagno e concedetevi un bel tuffo tra le onde che sarà tonificante e divertente per tutti. Un rinfresco leggero, visto il caldo, e tantissima frutta colorata per sfamarsi tra un ballo e l'altro.

E matrimonio sulla spiaggia sia!

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa