Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa

1 Insegnante su 4 intenzionato a lasciare il lavoro: alunni troppo indisciplinati

Una recente indagine inglese rivela che gli insegnanti sono sempre più insoddisfatti del loro lavoro anche a causa dei ragazzi che non hanno più disciplina ed educazione
  Di Bianca Fracas - PsicoSessuologa

Se un tempo il mestiere del professore era un posto ambito in tutto il mondo perché, oltre a garantire uno stipendio fisso e delle lunghe settimane di vacanza l'insegnante, era una figura professionale rispettata e utile per il suo ruolo educativo, oggi sembrerebbe che, almeno nel Regno Unito, 1 insegnante su 4 sarebbe intenzionato a lasciare il lavoro.

Professori insoddisfatti
Un sondaggio del Guardian, noto quotidiano britannico, sostiene che gli insegnanti sono sempre più demotivati, stanchi e frustrati, tanto che il 73% vorrebbe andarsene ancora prima di essere di ruolo. Le motivazioni? Per prima cosa i professori intervistati sostengono che insegnare è diventato molto faticoso perché oltre alle ore in classe vi sono riunioni, programmazioni, week end usati per correggere verifiche e compiti e scrivere valutazioni.
La seconda causa di insoddisfazione, poi, sarebbe da ricondurre alla mancanza di rispetto che ormai c'è per questa professione: un tempo il maestro e l'insegnante godevano di molta considerazione da parte della società e delle famiglie, che addirittura “affidavano” i loro figli ai maestri perché facessero soprattutto da educatori. Oggi purtroppo i primi a non rispettare questa figura sono proprio mamme e papà!

Mollano anche per i ragazzi irrispettosi
Le ultime due cause per cui 1 insegnante su 4 è intenzionato a lasciare il lavoro sono da ricondursi sia al sistema scolastico sia alla mancanza di educazione degli alunni. Secondo il sondaggio, infatti, la terza motivazione è che i programmi scolastici, la struttura degli esami e le modalità di insegnamento sono in continua evoluzione e ogni poco bisogna fare aggiornamenti, spesso considerati inutili.
Infine tanti insegnanti sono insoddisfatti del loro mestiere perché nella società di oggi i bambini e gli adolescenti non ricevono più un'educazione adeguata in famiglia, e a scuola si trascorre troppo tempo a richiamare l'attenzione, l'ordine e il rispetto.


E in Italia?
Anche nel nostro Paese non mancano lamentele e malcontenti dei professori e i motivi sono molto simili a quelli dei colleghi inglesi: cambiamenti continui nella didattica, stipendi bloccati, ma soprattutto la mancanza di riconoscimento del loro lavoro e il continuo confrontarsi con famiglie e alunni maleducati.

© Amando.it - Riproduzione Riservata

Chiudi | Mostra/Nascondi Immagini | Stampa