Questo sito contribuisce alla audience di
 Home » Racconti » Leggi...

Passavo intere notti fissando il...





Passavo intere notti fissando il muro. Conversando con l' ultima ombra, che tempo fa dimenticasti su quella carta da parati. Ed era sempre troppo scura per individuarti quando si faceva giorno. E pi ti fissavo, pi lei si allungava "storpiando" i miei discorsi. Ed l, dove non smetti di apparire, che prende vita la mia realt. O la tua assenza. Avrei dovuto cambiarla quella carta, sostituirla con dei fiori di campagna, che poi, avrei annaffiato tutti i giorni. Cos saresti scivolato sullo stelo, finendo probabilmente sotto terra.Avrei dovuto far passare una mano di vernice. Poi un' altra e un' altra ancora. Miscelare pi colore, fino a farti soffocare.Avrei dovuto "scollarti" da quel muro tempo prima, raschiarti in ogni crepa fino a farti diventare sabbia, o polvere. O qualsiasi altra "cosa" potesse facilmente volare via da me. Avrei dovuto abbatterlo quando ancora ne avevo tutta la ragione, e la forza. Creare pi spazio, pi luce, per fare sogni sempre pi grandi.Avrei potuto fare tanto, ma non l' ho fatto. Passavo intere notti fissando il muro. Un muro, che senza l' aiuto di me stessa...non sarebbe mai e poi mai crollato.

~ Tanya Bi ~

INVIA QUESTO TESTO VIA EMAIL


Da
A
Se vuoi aggiungere del testo nella mail oltre la frase scelta usa il form sottostante


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami