Home » Salute » Sport / Fitness » Tonifica le braccia con il nuoto divertendoti

Tonifica le braccia con il nuoto divertendoti

Vestiti con spalline, canottiere e top, scollature a fascia o a cuore sono belli da portare d'estate, ma meglio pensare a rassodare bicipiti e tricipiti

Tonifica le braccia con il nuoto divertendoti

Tonificare le braccia con il nuoto è solo uno dei tant benefici che questo sport completo può offrire. Nuotare regolarmente permette di migliorare la qualità della vita a 360°, allenando il corpo e rilassando la mente, bruciando calorie e migliorando la resistenza.

Se però l'obbiettivo è avere braccia toniche, è necessario fortificare e rassodare le zone che tendono maggiormente a rilassarsi, ovvero la fascia posteriore dei tricipiti. Il nuoto, più di altri sport, permette di raggiungere facilmente questo obbiettivo, senza necessariamente sviluppare dei bicipiti grossi, a meno che non lo si voglia.

Inoltre è bene abbinare esercizi per fortificare le spalle, in modo da avere un miglioramento globale della zona.


Dunque non aspettare, prendi costume e cuffia e tuffati in piscina, tonifica le braccia con il nuoto grazie a questi esercizi:

  • Per avere risultati nuota regolarmente almeno un'ora a volta. Si consiglia un allenamento quotidiano, ma se non è possibile cerca di andare in piscina tre volte a settimana.
  • Alterna gli stili: il dorso è più mirato a stimolare i tricipiti, mentre lo stile libero è maggiormente indicato per i bicipiti, la rana, invece, rassoda i pettorali.
  • Utilizza degli attrezzi, come i guanti palmati, nuotando aumentano la resistenza all'acqua. Equivalgono ad allenarsi con un pesetto da 5 kg per mano.
  • È possibile utilizzare anche il noodle di schiuma (il tubo), posizionandolo a livello del bacino e mantenendo le gambe ferme, permette di nuotare utilizzando solo le braccia. I muscoli così lavoreranno il doppio.
  • Anche senza avere attrezzi a disposizione, tonifica le braccia con il nuoto senza muovere le gambe, aiutandoti tenendo i piedi accavallati e gli addominali ben contratti, per preservare la schiena.
  • Stando nella parte più profonda della piscina, mettere entrambe le mani sul bordo e alzarsi facendo forza sulle braccia, portando la parte superiore del corpo fuori dall'acqua. Mantenere due minuti la posizione e poi tornare in acqua.
  • Per terminare fai stretching stando in piedi nella parte bassa della corsia, semplicemente rilassando e lasciando galleggiare le braccia, poi fcendole ondeggiare da una parte all'altra le braccia. Il massaggio dell'acqua sarà benefico.

© Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami