Home » Salute » Sport / Fitness » Maratona

Maratona

Disciplina olimpica nonché passione di moltissimi sportivi, che amano misurarsi e superare i propri limiti in questa gara di resistenza con se stessi.

Maratona

Con la bella stagione, diverse città organizzano molte manifestazioni all’aperto, tra di cui c’è sicuramente da citare la maratona. Da quelle più famose delle grandi città a quelle meno note dei piccoli centri, moltissimi sono i partecipanti che si allenano a lungo per potersi cimentare in questa gara di resistenza dvvero molto dura.
Il nome di questa disciplina deriva dall’omonima pianura di Maratona, nei pressi di Atene, in cui nel 490 a.C. i Greci sconfissero in una dura battaglia “a ritmo di corsa” gli invasori Persiani. Importante per il successo fu l’emerodromo (messaggeri capaci di correre giorni interi) Fidìppide, che pare percorse circa 500 km in 3 o 4 giorni, ma alle porte dell’Acropoli, dopo aver annunciato la vittoria, morì eroicamente per la fatica.
Il mito venne celebrato nelle prime Olimpiadi moderne, tenutesi esattamente nel 1896 ad Atene, in cui fu inserita la gara di maratona come una corsa di resistenza di circa 40 km in tutto (l’ultimo tragitto percorso da Fidìppide prima della morte). Questa disciplina si diffuse poi largamente, anche al di fuori della tradizione olimpica, e la sua lunghezza è stata in seguito stabilita essere 42,195 km.

Questa tipologia di corsa richiede un grande allemnamento fisico che non può essere sostenuto senza un’adeguata preparazione.
I podisti che si allenano devono abituare il corpo ad uno sforzo continuo e prolungato, oltre le 2 ore. L’organismo in queste situazioni di fatica fisica va a prendere energie dagli zuccheri, o meglio dal glicogeno, che è a disposizione. Il problema è che le scorte di glicogeno che è umanamente possibile immagazzinare finiscono prima dei 42 km da percorrere, quindi si deve gradatamente abituare i muscoli a bruciare i grassi, in modo da avere energia sufficiente per tutta la gara.
L’allenamento per una maratona dura non meno di 4 mesi e comprende diverse tecniche. C’è anche chi impara a correre a digiuno o senza riserve di carboidrati, sotto l’attento controllo di un allenatore esperto. Chi fa da sé deve sicuramente cominciare dalla corsa lenta, partendo da circa 1 ora al giorno di percorso misto, sia salita che discesa, intervallati da recupero in piano, per poi aumentare e arrivare verso la fine dell’allenamento alle 2 ore. Solitamente si parte dai 5-10 km al giorno.
Il ritmo dev’essere blando e l’attività aerobica costante, ma se necessario permettersi un recupero fisico diminuendo la velocità di marcia. Fondamentale è lo stretching, che permette di ridurre l’acido lattico nei muscoli. Mai esagerare e se il corpo lo richiede fare dei giorni di pausa, per non andare incontro a danni o infortuni.
Gli ultimi giorni prima della gara solitamente si rimane a completo riposo, per permettere al fisico di accumulare le energie sufficienti. Il recupero post gara invece è di circa una settimana.

Come già detto, molti sono gli sportivi che amano cimentarsi in questa disciplina, che attira così tanto perché è una sorta di gara di resistenza contro se stessi, un arrivare fino in fondo per urlare, come Fidìppide, a gran voce la propria vittoria.
C’è chi vi partecipa anche per beneficenza o per sostenere o contrastare un’idea o una posizione, politica o religiosa o altro ancora, ma solitamente in questi casi si percorrono simbolicamente brevi km di corsa. Non tutti infatti riescono ad arrivare alla fine, c’è chi si ritira prima, comunque con soddisfazione.

Tra le maratone ad oggi più note ci sono:

  • la maratona di Boston, la più antica al mondo, con migliaia di partecipanti
  • la maratona di New York, che si tiene annualmente dal 1970 ogni prima domenica di novembre
  • la maratona di Londra, organizzata ad aprile
  • la maratona di Roma, la principale in Italia e 15esima al mondo

Tantissime sono le altre bellissime maratone che potrete trovare in giro per il nostro Paese e per il mondo. Allenatevi per bene e poi decidete dove correre.

Di Ilaria © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami